Pinnipedi

Article

May 20, 2022

I pinnipedi sono un gruppo molto diffuso di mammiferi carnivori che si sono adattati a vivere in acqua. La tassonomia moderna li considera un plus non classificato nell'ordine Carnivori e Caniformia. I pinnipedi comprendono tre famiglie attuali: foche (Phocidae), trichechi (Odobenidae; con un solo tricheco vivente) e leoni marini (Otariidae). Il numero di specie pinnipedi è di circa 33-36, a seconda che alcuni taxa siano riconosciuti o meno come specie separata. Sono note più di 50 specie fossili. Pinnipedi separati dagli altri cani circa 50 milioni di anni fa, i più antichi antenati conosciuti sono Enaliarctos e Puijila. I pinnipedi hanno corpi idrodinamici con arti trasformati in pinne. Trichechi e leoni marini possono far scivolare le pinne posteriori sotto i loro corpi, il che li aiuta a muoversi via terra. Usano principalmente le pinne anteriori per muoversi in acqua. Le foche non possono spingere le pinne posteriori sotto i loro corpi, quindi il loro movimento sulla terra è goffo e lento; in acqua, invece, sono più agili dei leoni marini. Le foche usano principalmente le pinne posteriori e movimenti alternati della parte posteriore del corpo per muoversi nell'acqua. Mentre i leoni marini hanno i padiglioni auricolari, le foche e i trichechi mancano di padiglioni auricolari. Le dimensioni e il peso dei pinnipedi vanno da circa 1,1 me 55 kg (foca Baikal) a circa 6 m e 4 tonnellate (foca elefante). L'Elephant Grouse non è solo il più grande pinnipede, ma anche il più grande rappresentante dell'ordine delle bestie nel mondo. I sensi dei pinnipedi sono ben sviluppati. Il loro udito e la loro vista sono perfettamente adattati all'ambiente acquatico e aereo, e le loro vibrazioni permettono loro di percepire anche lievi vibrazioni nell'acqua, il che li aiuta principalmente nell'inseguimento delle prede e probabilmente anche nella navigazione. Tutti i pinnipedi possono immergersi, alcune specie per più di un'ora e fino a profondità di oltre un chilometro (l'elefante marino è stato registrato anche a immersioni superiori a 2 chilometri; può trascorrere fino a 2 ore sott'acqua). Tutti i pinnipedi hanno uno strato di grasso sottocutaneo, che funge da isolante termico. La maggior parte delle specie ha il corpo ricoperto di folta peluria, solo i trichechi hanno la pelle nuda con peli molto radi sulla superficie del corpo. I trichechi sono gli unici pinnipedi ad avere lunghe zanne. Sebbene i pinnipedi siano molto diffusi, la maggior parte delle specie vive nelle fredde acque degli emisferi meridionale e settentrionale. Trascorrono la maggior parte del loro tempo in acqua e arrivano a terra solo per l'accoppiamento, la lettiera, l'allevamento, la muta o la fuga da predatori come squali e orche. Si nutrono principalmente di invertebrati, pesci, cefalopodi, alcune specie più aggressive come la foca leopardo cacciano anche pinguini o altri pinnipedi. I trichechi sono specializzati nella raccolta di bivalvi dal fondo dell'oceano. La maggior parte dei pinnipedi è poliginia, tuttavia il grado di poliginia dipende dalla specie. I pinnipedi maschi che si accoppiano sulla terra tendono ad avere più femmine rispetto alle specie che si accoppiano sul ghiaccio. Il maggior numero di femmine per maschio si verifica nelle zanne, dove le femmine si radunano in numerosi harem. Le strategie riproduttive maschili variano a seconda della specie e includono un sistema farmacologico, la difesa di femmine specifiche da altri maschi o la difesa di territori specifici dai succhi della stessa specie. I piccoli nascono nei mesi primaverili ed estivi e vengono allevati solo da femmine. Le femmine di alcune specie digiunano durante l'allattamento e i loro piccoli diventano indipendenti relativamente presto (entro pochi giorni), mentre le femmine di altre specie intraprendono spedizioni in mare durante l'allattamento, quindi i loro piccoli impiegano più tempo per diventare indipendenti (fino a diverse settimane). I trichechi allattano e allevano i loro piccoli in mare. I pinnipedi possono emettere una varietà di suoni dall'abbaiare forte (lac