placentati

Article

May 29, 2022

I placentali (Placentalia o Eutheria) sono il più grande gruppo di mammiferi appartenenti alla sottoclasse degli animali vivi. I termini Placentalia ed Eutheria sono sinonimi solo per i mammiferi recenti, ma in generale Eutheria è un gruppo più ampio, che comprende molte altre linee estinte oltre ai placentati. La maggior parte dei mammiferi viventi (compresi gli umani) appartengono ai mammiferi placentati, gli altri due gruppi rappresentano il superordine dei marsupiali, che appartengono anche alla sottoclasse dei mammiferi portatori, e l'ordine degli uccelli, che appartiene alla sottoclasse degli ovipari. In passato, però, esistevano altri gruppi di mammiferi, già estinti. La caratteristica principale che distingue i placentali dagli altri mammiferi è l'alimentazione del feto utilizzando la placenta durante la gravidanza nell'utero (ad eccezione dei marsupiali banditi, che hanno una placenta primitiva). Solo le femmine hanno la placenta. Grazie alla placenta, attraverso la quale il feto si nutre durante lo sviluppo, i piccoli alla nascita sono molto meglio sviluppati dei neonati dei marsupiali. I placentati controllavano il paese in tutti i continenti tranne l'Australia, che si separò dagli altri continenti prima della loro espansione. Eutheria è un taxon introdotto da Thomas Henry Huxly nel 1880 che contiene tutti i mammiferi placentati e gli antenati più prossimi dei placentati (conosciuti solo dai reperti fossili). Il nome significa letteralmente "animale reale". I parenti viventi più prossimi sono i marsupiali.

Evoluzione del gruppo

La più antica specie conosciuta di mammifero placentare è probabilmente la Jurassic Juramaia sinensis, che proviene da strati di 160 milioni di anni. Più conosciuta è Eomaia (letteralmente "antica madre") del Cretaceo inferiore, di circa 125 milioni di anni. Il fossile è stato trovato nei sedimenti di un lago cinese. È senza dubbio una placenta, ma i suoi fianchi sono troppo stretti per dare alla luce un cucciolo completamente sviluppato. Ciò suggerisce che in questa specie, la placenta ha svolto solo un ruolo minore nello sviluppo del cucciolo. Il rapido sviluppo dei placentati si è verificato principalmente nel periodo 66 milioni di anni fa, dopo una grande estinzione di massa alla fine del Cretaceo.

Riferimento

Letteratura

A.V. Lopatin e A.O. Averianov (2018). I primi placentali: all'alba di Big Time. Natura 2018 (4): 34-40. (Russo) Thomas J. D. Halliday, Mario dos Reis, Asif U. Tamuri, Henry Ferguson-Gow, Ziheng Yang e Anjali Goswami (2019). La rapida evoluzione morfologica nei mammiferi placentati fa risalire l'origine del gruppo corona. Atti della Royal Society B: Scienze biologiche 286 (1898): 20182418. doi: https://doi.org/10.1098/rspb.2018.2418

Collegamenti esterni

Immagini, suoni o video sulla placenta su Wikimedia Commons La voce enciclopedica Placentalia nel Dizionario dell'insegnamento di Otto in Wikisource