Vertebrati

Article

May 25, 2022

Vertebrati (vertebrati; I vertebrati sono anche caratterizzati da una parte della testa distinta che trasporta gli organi di senso (olfattivo, visivo, uditivo-equilibrio) e contiene un cervello in tre parti che elabora i segnali dagli organi di senso e coordina l'attività del corpo. Nello sviluppo embrionale della testa e di altre parti del corpo, le cellule della cresta neurale, che si formano durante la neurulazione, migrano intorno al corpo dell'embrione e contribuiscono alla formazione di molti tessuti e organi, sono di particolare importanza nei vertebrati. A causa dello stile di vita attivo dei vertebrati, in essi si possono trovare una serie di altre novità evolutive associate a maggiori richieste del metabolismo (ad es. cuore, eritrociti, migliore approvvigionamento idrico delle branchie dovuto ai muscoli, ghiandole digestive specializzate, reni, ecc.) . Un'innovazione molto importante dei vertebrati è anche il loro sistema immunitario adattivo unico basato sui linfociti B e T. Molto presto nell'evoluzione dei vertebrati si è verificata una doppia duplicazione del genoma, che probabilmente ha sostenuto la plasticità dei meccanismi regolatori e ha facilitato l'evoluzione di nuove strutture.Tra i vertebrati, ci sono oltre 70.000 specie descritte. Più della metà di loro sono quadrupedi, cioè vertebrati terrestri - anfibi, rettili, uccelli e mammiferi. Sebbene gli uccelli appartengano tradizionalmente a una classe separata, in realtà sono un sottogruppo di rettili, poiché sono i diretti discendenti dei dinosauri teropodi e sono i parenti viventi più stretti dei coccodrilli. Gli echinodermi sono evolutivamente vicini alle pecore e ai latimeria, insieme sono tra i pesci pinna. La stragrande maggioranza dei restanti vertebrati sono pesci con pinne raggiate. Un altro gruppo di vertebrati principalmente acquatici sono i pesci, i cui rappresentanti più noti sono squali e razze. I vertebrati primitivi, che, a differenza di altri, non hanno mascelle formate, sono rappresentati nella fauna odierna da un piccolo gruppo di nematodi rappresentato da mihules e membrane mucose. Le mucose sono molto ridotte sotto molti aspetti, ad esempio hanno alcuni organi di senso rachitici e mancano di vertebre tipiche. Anche per questi motivi, a volte non erano considerati dei veri vertebrati, il gruppo dei vertebrati è stato poi ristretto solo a mihule + jaws. Per il gruppo, che comprendeva anche le mucose, iniziò ad essere utilizzato il nome Craniata. A causa del fatto che l'affiliazione delle mucose tra vertebrati a bocca tonda, e quindi anche tra "veri" vertebrati, è ora confermata da dati molecolari e morfologici, diventano vertebrati designati e sinonimi cranici sporadicamente, ma nel siluriano e soprattutto nel devoniano , vi è un rapido sviluppo di gruppi con tessuto osseo che formano esoscheletri ed endoscheletri. Pertanto, sono disponibili numerosi fossili che documentano alcuni eventi rivoluzionari nell'evoluzione dei vertebrati, come la formazione di mascelle dagli archi branchiali o la colonizzazione tardo devoniana della terra. Gli animali acquatici di tutti i tempi sono vertebrati. Sulla terra, questi sono dinosauri sauropodi del periodo mesozoico, la creatura più grande mai vista è una passera gigante.

Caratteristiche

I vertebrati sono definiti da una serie di caratteristiche comuni (apomorfie), spesso associate al loro passaggio a uno stile di vita attivo, che li distinguono dai loro parenti più stretti, cioè lancieri e mantelli. Importanti innovazioni evolutive nei vertebrati includono: una testa ben sviluppata dotata di organi sensoriali le cui percezioni vengono elaborate dal cervello diviso in tre sezioni; un endoscheletro formato da cartilagine o tessuto osseo presente nella testa e nel busto