Assedio di Nikai

Article

May 25, 2022

L'assedio di Nikai ebbe luogo dal 14 maggio al 19 giugno 1097, quando la città si arrese alle truppe bizantine. L'assedio fu il primo successo della crociata, avvenuta nel 1096-1099. Dopo che la maggior parte delle truppe crociate furono trasportate attraverso il Bosforo, proseguirono verso Nikai, dove arrivarono sotto Goffredo di Buglione il 6 maggio 1097. A poco a poco, arrivarono gli altri capi. I crociati erano accompagnati da un'unità bizantina di 2.000 uomini guidata da Butumit e Tatik. La situazione era favorevole ai crociati, perché la città stessa era occupata da un equipaggio non molto forte. Il suo sovrano, Sultan Kilic Arslan, aveva bisogno del suo esercito a est e, inoltre, non considerava i crociati un nemico pericoloso. Solo dopo l'assedio della città tornò rapidamente e cercò di liberare Nikaia. Il suo attacco fu diretto a Raimond di Tolosa vicino alle mura meridionali della città. I provenzali riuscirono a resistere all'attacco e, dopo che Robert Flanders e Goffredo di Buglione vennero in loro aiuto, scacciarono i turchi. Molti crociati furono uccisi nel combattimento, incluso il conte Balduin di Gand. Molti altri crociati furono poi feriti. L'assedio poté continuare e la sua conquista divenne solo questione di tempo, perché i difensori non potevano più contare su ulteriore assistenza. La situazione degli assediati peggiorò quando l'imperatore bizantino Alessio inviò navi nel lago di Toscana, che bloccò completamente la città e ne impediva l'approvvigionamento. L'equipaggio della città capì che la resa era inevitabile e decise di estradare la città ai Bizantini. Dopo colloqui segreti e la promessa di una partenza sicura della guarnigione turca, il 19 giugno la città fu ceduta a Butumit. Tuttavia, i crociati, che non sapevano nulla dei negoziati, si stavano preparando per l'attacco finale alla città. Dopo aver conquistato la città, l'imperatore Butumita nominò comandante Nikai. Quando i crociati volevano entrare in città, potevano farlo solo in piccoli gruppi. Questa azione contribuì alla disillusione dei crociati, ai quali fu così negata la conquista della città e quindi la quota del bottino guadagnata.

Riferimento

Letteratura

BALDWIN, Marshall W., et al. Una storia delle crociate. vol. 1, I primi cento anni. Madison: University of Wisconsin Press, 1969. 707 pp. Disponibile online. (Inglese) PONTE, Antonio. Crociate. Praga: Accademia, 1995. 228 pp. ISBN 80-200-0512-9. DUGGAN, Alfred. Crociate. Praga: Orbis, 1973. 214 p. HROCHOVA, Vera; HROCH, Miroslav. I crociati in Terra Santa. 2a edizione Praga: Mladá fronta, 1996. 289 pp. ISBN 80-204-0621-2. HROCHOVA, Vera. Le Crociate alla luce delle cronache contemporanee. Praga: Státní pedagogické nakladatelství, 1982. 255 p. KOMNENA, Anna. Ricordi di una principessa bizantina. Praga: Odeon, 1996. 565 pp. ISBN 80-207-0527-9. KOVARIK, Jiri. Sword and Cross: (1066-1214): Knightly Battles and Fates I. Prague: Mladá fronta, 2005. 278 pp. ISBN 80-204-1289-1 . NICOLE, David. Prima Crociata 1096-99: Conquista della Terra Santa. Praga: Grada, 2007. 96 pp. ISBN 978-80-247-1896-5. RILEY-SMITH, Jonathan. La prima crociata e l'idea della crociata. Londra: Continuum, 2003. 227 pp. ISBN 0-82-648431-X. (Inglese) RILEY-SMITH, Jonathan. L'Oxford ha illustrato la storia delle crociate. Oxford: Oxford University Press, 1995. 436 pp ISBN 0-19-820435-3. (Inglese) RUNCIMAN, Steven. Una storia delle crociate. vol.1, Le prime Crociate e la fondazione del Regno di Gerusalemme. Cambridge: Cambridge University Press, 1999. 376 pp. Disponibile online. ISBN 0-521-06161-X. (Inglese) SMAIL, Raymond Charles. Guerra crociata (1097-1193). New York: Barnes & Noble Books, 1956. 272 ​​pp ISBN 1-56619-769-4. (Inglese) TYERMAN, Cristoforo. Le guerre sante: una storia delle crociate. Praga: Nakladatelství Lidové noviny, 2012. 926 pp. ISBN 978-80-7422-091-3 .

Collegamenti esterni

Immagini, suoni o video di Siege of Nikai su Wikimedia Commons