Mosca

Article

June 25, 2022

Mosca (in russo Москва) è la capitale della Russia con una superficie di 2.511 km2. Qui vivono circa 12,7 milioni di persone. È il centro politico, economico e culturale del paese con circa 60 università e molte altre università, chiese, teatri, musei e gallerie. È sede di tutti i ministeri, agenzie governative e grandi aziende, nonché del Patriarca della Chiesa ortodossa russa. Mosca è la città più popolosa d'Europa e la megalopoli più settentrionale del mondo. Ha il maggior numero di miliardari residenti al mondo. È classificata come Alpha Global City. C'è la torre della televisione Ostankino (1968), che è l'edificio più grande della Russia e che era anche l'edificio più alto d'Europa fino al 1975. C'è anche la Federation Tower, il secondo grattacielo più alto d'Europa. Il centro storico ha centinaia di anni, al centro del quale si trova il Cremlino triangolare, dichiarato insieme alla Piazza Rossa nel 1990 come patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Storia

Gli inizi di Mosca

Nella prima metà del XII secolo, al confine occidentale del Principato di Rostov-Suzdal, al posto dell'odierna Mosca, esisteva una corte agricola di Boyar Štěpán Kučka, che dal fiume era chiamato Mosca. Il principe di Rostov-Suzdal Yuri Dolgoruky incorporò la corte nella proprietà principesca nel XII secolo. , fratello, a Mosca. ”Nel 1156, in connessione con il rafforzamento della difesa del confine occidentale del principato di Suzdal, il principe Yuri costruì una fortezza nell'insediamento , circondato da una palizzata di legno, fondamento dell'odierno Cremlino. All'inizio, Mosca era uno dei luoghi che avevano un carattere difensivo e serviva come luogo di soggiorno per i principi di Suzdal. Inoltre, si trovava all'incrocio di diverse rotte commerciali, che lo determinarono per il ruolo di importante centro economico. L'importanza futura di Mosca fu causata sia dal crescente potere dei principi Vladimir, che alla fine presero il sopravvento sugli altri principi della Russia settentrionale, sia dalla migrazione della popolazione a nord-est da sud afflitta da incursioni nomadi. Il principe Daniil Alexandrovich (morto nel 1303), figlio di Alexander Nevsky, fu il primo a stabilirsi a Mosca, stabilendo un ramo moscovita della famiglia Rurikov. I principi di Mosca cercarono anche di assicurarsi il potere sugli altri rami dei Rurikov trasferendo a Mosca la residenza del metropolita di tutta la Russia. I metropoliti russi hanno vissuto a Kiev fin dall'inizio, ma il metropolita Maxim ha spostato la sua sede a Vladimir. Il suo successore Pietro (negli anni 1307-1326) scommise sulla cooperazione con i principi di Mosca e soggiornò spesso a Mosca. Il metropolita Theognost (1328–1323) si trasferì quindi definitivamente a Mosca, dove fece costruire cinque templi in pietra con il sostegno di Ivan Kalita e Simeon Hrdý come simbolo della prestigiosa posizione di Mosca. I successori di Teognosto erano tutti basati a Mosca, rendendo Mosca non solo il centro politico ma anche ecclesiastico della Russia, che si rifletteva nella crescente popolazione - circa 30.000 vivevano a Mosca a metà del 14° secolo. i più importanti principi russi, che gradualmente unirono il paese. Durante l'invasione mongola (1238), l'Orda d'oro bruciò la città e uccise i suoi abitanti. I mongoli e i tartari saccheggiarono anche le città di Ryazan, Kolomna, Vladimir, Kiev e lo stato russo fu costretto a sottomettersi al loro dominio. Nel 1380, Dmitry Donsky sconfisse l'esercito tataro nel campo di Kulikovsky, dimostrando che i tartari non erano invincibili, ma Mosca stessa pagò la vittoria di Dimitri con una spedizione di rappresaglia di Khan Tokhtamysh nel 1382, durante la quale fu bruciata e saccheggiata. Mosca non era n