lev

Article

July 3, 2022

Il leone del deserto (Panthera leo) è un mammifero della famiglia felina e una delle cinque specie di grandi felini del genere Panthera. Il leone è la seconda bestia felina più grande dopo la tigre. I leoni mostrano un forte dimorfismo sessuale, la caratteristica principale e distintiva dei leoni maschi è la loro criniera. I maschi pesano 150-250 kg e le femmine 90-165 kg. In natura, i leoni vivono fino a 10-14 anni, mentre in cattività possono vivere fino a 20 anni. In passato i leoni si trovavano in tutta l'Africa, in gran parte dell'Asia, in Europa e persino in America, oggi si trovano solo in Africa e in una piccola parte dell'India. Sono animali sociali e cacciano in branco. Le loro prede più comuni sono i grandi mammiferi, in particolare gli ungulati. L'Unione internazionale per la conservazione della natura valuta il leone come una specie vulnerabile.

Popolazione e distribuzione

Storico areale

Durante il Pleistocene, i leoni erano diffusi in tutti i continenti, compresa l'America. I grandi cambiamenti avvennero alla fine dell'ultima era glaciale intorno al 10.000 aC I leoni scomparvero dall'America e da gran parte dell'Europa e dell'Asia in questo momento. In Europa gli ultimi leoni furono sterminati intorno all'anno 100 dC Fino ad allora sopravvissero in piccole popolazioni sull'area iberica, appenninica e soprattutto nella penisola balcanica. Secondo Erodoto, i leoni erano relativamente comuni in Grecia intorno al 480 aC, affermando che attaccavano i cammelli dalle colonne di rifornimento del re persiano Serse I durante la sua campagna. Già nel 300 aC Aristotele considerava i leoni rari in Grecia. La presenza di un leone nel Caucaso è documentata nel X secolo. In Palestina, i leoni erano estinti nel Medioevo. Con la massiccia espansione delle armi da fuoco durante il 18° secolo, il leone scomparve da gran parte dei suoi terreni asiatici. A cavallo tra il XIX e il XX secolo, i leoni si estinsero anche in Nord Africa. L'ultimo leone vivente è stato visto in Iran nel 1941. Gli ultimi leoni eurasiatici (sottospecie Panthera leo persica) ora vivono nell'India nord-occidentale. In Africa a sud del Sahara, il leone è ancora relativamente abbondante.

Occorrenza corrente

Oggi, la stragrande maggioranza dei leoni selvatici vive in Africa, con una piccola popolazione di leoni asiatici che sopravvive nello stato indiano del Gujarat.

Asia

Il leone fu sterminato nella maggior parte della sua area originaria. Oggi, i leoni asiatici vivono solo nel Parco nazionale della foresta di Gir, nell'India nord-occidentale. Su un'area di 1412 km² nello stato boscoso del Gujarat vivono circa 650 leoni. Le loro condizioni rimangono stabili.

Africa

Oggi la maggior parte dei leoni vive nell'Africa orientale e in Sud Africa, ma il loro numero sta diminuendo rapidamente. Nel 2015, la popolazione di leoni africani è stata stimata in circa 23.000 abitanti allo stato brado (sebbene questo sia il numero più piccolo possibile, ma la stima più probabile: il numero massimo è 39.000). Negli anni '90, la popolazione era stimata in 100.000 individui. Il contatto sempre crescente con le persone è considerato il motivo principale che porta ad una riduzione della loro condizione. Le restanti popolazioni tendono ad essere geograficamente isolate l'una dall'altra, il che può portare alla cosiddetta consanguineità - la soppressione dell'ulteriore sviluppo del pool genetico. Il leone appartiene ai cinque grandi animali africani.

Cibo e caccia

I leoni cacciano in branco. Le loro prede sono principalmente mammiferi più grandi, come antilopi, gnu, bufali, zebre, in India principalmente cervi, ma anche animali più piccoli: lepri e uccelli. Non disprezzano le carcasse di animali che hanno ucciso altri animali, come iene, leopardi, ghepardi e canini. In alcune località, i leoni hanno iniziato a concentrarsi sulle loro prede altrimenti insolite, i cuccioli di elefante che cacciano nell'area del fiume Savuti, e anche a Linyanti, dove hanno imparato a cacciare gli ippopotami (Savuti e Linyanti sono i fiumi del Chobe National Park in Botswana). Ci sono casi noti in cui la fame estrema ha portato il leone alla morte di giovani elefanti, che nel tempo hanno iniziato ad attaccare gli adulti