Cranio

Article

June 30, 2022

Il cranio (lat.: cranio) è una parte complessa dello scheletro dei vertebrati che protegge il cervello e gli organi sensoriali. È costituito da una serie di ossa del cranio ed è fissato in modo mobile alla colonna vertebrale. La maggior parte delle ossa del cranio sono collegate da punti di sutura, che sono forti connessioni fibrose. Per prevenire una frattura alla nascita, i neonati hanno degli spazi tra le ossa del cranio, che sono pieni di membrane fibrose (fontane). Le connessioni sul cranio - le cuciture - sono immobili. Solo l'articolazione che collega la mandibola (mandibola) con il cranio è mobile.

Parti del cranio

Nel cranio, di solito distinguiamo tra la parte facciale (splanchocranium) e il cervelletto (neurocranium). La parte facciale contiene la bocca degli organi sensoriali e la bocca. La parte cava del cervello protegge il cervello. Le singole sezioni del cranio sono: Volta del teschio - lat. neurocranio Base cranica Scheletro del viso - lat. splancocranio Mascella Cavità per il sistema uditivo Cavità cranica (in essa è immagazzinato il cervello)

Scheletro del cranio

Lo scheletro del cranio (cranio) è costituito da un gran numero di ossa, che di solito sono saldamente collegate tra loro, ad eccezione della mascella inferiore.

Cranio umano

Il cranio umano è composto da 22 ossa. In un neonato, le ossa sono relativamente libere: lo spazio tra loro è formato da scaglie fibrose flessibili (fontane). Durante i primi 2 anni di vita, crescono gradualmente (ossificano), ma non crescono mai completamente. Il cranio è talvolta diviso anche in 2 unità importanti, vale a dire NEUROCRANIUM (NCR) e SPLANCHNOCRANIUM (SPCR). NCR - Un importante involucro attorno alla corteccia cerebrale e parti del cervello. uno strato che fornisce segnali per l'espressione stimolante delle attività cerebrali. SSPCR - uno strato, già costituito da ossa, che protegge il cervello (lat. Cerebrum)

Collegamenti esterni

Immagini, suoni o video sul teschio su Wikimedia Commons Wikizionario cranio in Wikizionario