Api cuculo

Article

June 28, 2022

Il termine ape del cuculo si riferisce a diversi ceppi di api (Apiformes), in cui incontriamo il parassitismo nidificante, più noto al pubblico in alcuni cuculi (Cuculidae), secondo il quale questo gruppo ecologico ha preso il nome in ceco e in altre lingue ( ape cuculo inglese). Kuckucksbiene). A seconda dell'autore, il significato esatto varia leggermente: le api cuculo non includono mai specie in cui si verifica la nidificazione intraspecifica, né specie che forniscono i propri nidi derubando i nidi di altri individui o specie. Le api cuculo sono spesso indicate in letteratura come bombi parassiti (Bombus, precedentemente incluso nel genere separato Psithyrus) e altri parassiti sociali, che sostituiscono la regina ospite con specie sociali e quindi prendono il controllo del nido. Le api cuculo in senso stretto sono quindi considerate specie cleptoparassitarie che non costruiscono il proprio nido e depongono solo una o più uova negli stock di polline e nettare dell'ospite, con la femmina o la larva parassita che prima o poi rimuove l'uovo o larva dell'ospite. La larva del parassita si sviluppa quindi sui ceppi pilonettari dell'ospite. Dopo aver deposto le uova, le femmine del cuculo di solito non rimangono nel nido, o ritornano solo brevemente e controllano la loro prole o parassitano altre camere. Tuttavia, alcuni Sphecode possono svernare in nidi ospiti abbandonati. Il cleptoparassitismo nelle api è per lo più interspecie, ma è noto anche il parassitismo intraspecifico. Allo stesso tempo, queste non sono categorie puramente separate; alcune specie cleptoparassitarie del genere Sphecodes che parassitizzano le specie sociali sono più vicine ai parassiti sociali nella loro strategia.

Origine e distribuzione della strategia del cuculo nelle api

Il parassitismo nelle api si è sviluppato più volte indipendentemente all'interno di linee diverse. Il parassitismo sociale è sorto almeno diciassette volte indipendentemente: tre volte in Halictinae (Halictidae), undici volte nella tribù Allodapini (Apidae: Xylocopinae) e tre volte nei bombi del genere Bombus (Apidae: Apinae). Il numero di occorrenze indipendenti di cleptoparassitismo del cuculo nelle api si avvicina a 31 - una volta in Hylaeinae (Colletidae), nove volte in Halictinae (Halictidae), dieci volte in Megachilinae (Megachilidae), una volta in Nomadinae (Apidae) e dieci volte in Apinae (Apidae ). Tuttavia, a causa della problematica filogenesi di questi gruppi, esiste anche la possibilità che il numero di origini indipendenti sia sovrastimato. I Colletidae rimangono quasi prettamente non parassiti, ad eccezione di cinque specie hawaiane del genere Hylaeus (Nesoprosopis), per le quali questa strategia è stata confermata dopo oltre cento anni di speculazioni, nonché Andrenidae, Nomiinae, Rophitinae, Melittidae. , Ceratinini, Xilocopini ed Eucerini. Il cleptoparassitismo è relativamente comune, le stime parlano dal 15 al 25% del numero totale di specie nel mondo, circa il 25% delle api cuculo si trova nella fauna ceca. La ragione di questo fenomeno potrebbe essere l'alternanza periodica delle stagioni, che facilita la sincronizzazione del parassita con un numero maggiore di ospiti. Può anche avere un ruolo l'impossibilità di trovare un sito di nidificazione adatto con largo anticipo rispetto al periodo avversario, durante il quale è più vantaggioso per individui esperti o ritardatari deporre le uova in un nido estraneo già stabilito. Allo stesso tempo, però, è possibile che questa non sia una relazione ecologica significativa, ma solo il risultato di un abbondante parassitismo dei generi (soprattutto Andrena, Bombus), che sono più numerosi alle latitudini più alte dell'emisfero settentrionale. Al riguardo mancano dati per l'emisfero sud.