coccodrilli

Article

August 11, 2022

I coccodrilli (Crocodilia) sono un ordine di rettili molto antico, inclusi coccodrilli, alligatori (compresi i caimani) e gaviali. A partire dal 2019, distinguiamo un totale di 27 specie recenti in 9 generi, ma grazie alla moderna biologia molecolare, è probabile che il numero di specie aumenti.

Significato e descrizione di base

Oltre agli uccelli, è l'unico gruppo vivente del superordine Archosauria (archosauri), che comprendeva anche i dinosauri mesozoici non uccelli. Gli uccelli sono anche i loro parenti viventi più stretti. I coccodrilli sono carnivori che si nutrono di pesci e altri animali acquatici, ma le specie più grandi possono anche catturare grandi mammiferi terrestri. La specie più grande, il coccodrillo marino, raggiunge una lunghezza di oltre 6 metri e pesa oltre 1000 kg, il che lo rende il più grande rettile vivente oggi. Al contrario, la specie più piccola di testa di coccodrillo è solitamente lunga circa 1,5 metri e pesa al massimo circa 45 kg. Il coccodrillo del Nilo è considerato il coccodrillo più aggressivo o aggressivo. Gli attacchi alle persone sono spesso fatali (oltre il 60% dei casi). D'altra parte, ci sono anche coccodrilli relativamente mansueti, come il coccodrillo dell'Africa occidentale, accanto ai quali gli indigeni possono fare il bagno senza problemi (National Geographic News, 2002).

Etimologia

La parola crocodilia è una forma latinizzata del greco κροκόδειλος (crocodeilos), che si riferiva sia alle lucertole in generale che al coccodrillo del Nilo (un'altra specie che gli antichi greci non conoscevano). In passato veniva usata anche la forma latina di Crocodylia.

Evoluzione

I coccodrilli appartengono al gruppo degli archosauria, che comprende anche dinosauri (compresi gli uccelli), pterosauri, gruppi del Triassico meno conosciuti come rauisuchia, phytosauria e altri. In origine i rappresentanti del clade Crocodylomorpha erano molto più diversificati, e durante il Mesozoico esistevano anche gruppi che oggi non vivono più, come i Thalattosuchia clade, che rappresentano forme completamente acquatiche che vivono nei mari. I coccodrilli non sono cambiati molto per dimensioni e forma, sono un gruppo molto conservatore in questo senso.I coccodrilli appartengono al gruppo Pseudosuchia, che è uno dei due gruppi principali di archosauri. La grande radiazione evolutiva dei rettili coccodrillo si verifica circa 235 milioni di anni fa, quando si verifica il cosiddetto episodio pluviale di Karn. C'erano un certo numero di forme terrestri di coccodrilli circa 230 milioni di anni fa. Le forme più antiche conosciute compaiono nel territorio dell'odierno Sud America e si stanno gradualmente diffondendo geograficamente molto rapidamente. La maggior parte dei membri del gruppo pseudosuchia si estinse alla fine del Triassico, sopravvisse solo il gruppo Crocodylomorpha, che erano parenti stretti dei coccodrilli. Alcune specie erano anche principalmente bipedi (camminando solo sugli arti posteriori). Durante il Giurassico e il Cretaceo vissero molte specie strettamente imparentate con i coccodrilli, ma non erano veri coccodrilli. I primi veri coccodrilli "moderni" apparvero circa 83,5 milioni di anni fa. La famiglia degli alligatori ebbe origine nel Cretaceo superiore, mentre i più antichi coccodrilli e gaviali sono conosciuti solo dall'Eocene.Durante il Cenozoico apparvero altri tipi terrestri di rettili coccodrillo, adattati alla vita attiva sulla terraferma. Questi includevano, ad esempio, l'autosaccaride sudamericano del genere Barinasuchus, che raggiungeva una lunghezza da 6 a 10 metri. Oggi i coccodrilli sono predatori relativamente grandi (lunghezza del corpo di solito da 2 a 6 metri, sebbene esistano specie più piccole, come il coccodrillo frontale), ma in alcuni periodi della preistoria avevano una variabilità dimensionale molto maggiore. La specie più piccola non superava una lunghezza di circa 1,2 metri, al contrario, la più grande superava una lunghezza di 10, o addirittura fino a 12 metri. La ricerca del 2020 mostra che le dimensioni dei rettili coccodrilli sono aumentate nel Cenozoico poiché il clima si è relativamente raffreddato. Nejv�