costo

Article

June 25, 2022

L'osso (latino os, plurale ossa) è un tessuto connettivo duro e mineralizzato, che funge da protezione meccanica degli organi interni e supporto del corpo, formando una struttura interna su cui sono attaccati muscoli e tendini. Il vero osso formato dal tessuto osseo si trova solo nei vertebrati superiori: anfibi, rettili, uccelli, mammiferi e alcuni pesci. La somma di tutte le ossa del corpo è chiamata scheletro. Lo scheletro umano adulto ha circa 209-214 ossa. La nutrizione ha quindi un effetto maggiore sulle proprietà biomeccaniche delle ossa rispetto all'esercizio.

Sviluppo e crescita delle ossa

In poche parole, le ossa crescono per apposizione, cioè applicando nuovo tessuto. Le ossa sono formate dal legamento (intramembrana) o dalla cartilagine (encondrale) mediante un processo chiamato ossificazione o ossificazione. La crescita in larghezza avviene a causa del periostio, la crescita in lunghezza è possibile fino a un certo stadio dello sviluppo individuale a causa del piatto di crescita. Alcuni animali, come i rettili, crescono per tutta la vita. Durante lo sviluppo embrionale dei vertebrati, si forma prima l'osso fibroso immaturo senza tracce di struttura lamellare; è fondamentalmente un numero di cellule ossee circondate da fibre di collagene disordinate. Solo gradualmente si forma l'osso, che ha una struttura organizzata: il cosiddetto osso lamellare. Questo osso lamellare matura quindi in due modi: o attraverso l'ossificazione diretta da alcuni nuclei ossificanti, o attraverso lo stadio cartilagineo. La maggior parte delle ossa umane si formano "attraverso la cartilagine". Fanno eccezione soprattutto alcune ossa del derma (alcune ossa del cranio, sterno) e le ossa sesamoidi, che nascono per via intramembranosa, cioè essenzialmente per ossificazione del tessuto connettivo, l'osso subisce un continuo rimodellamento. Pertanto, abbiamo differenziato fattori che influenzano la loro crescita su interni (genetica dei condrociti, condroblasti e fibroblasti), esterni (influenza nutritiva, ormonale e meccanica).

Tessuto osseo

Il tessuto osseo è un tipo di legante caratterizzato dalla mineralizzazione intercellulare. La componente minerale, che può costituire fino al 65% del peso osseo, è costituita da cristalli submicroscopici di fosfato di calcio, idrossiapatite. I cristalli sono legati alle fibre di collagene. La massa intercellulare è prodotta dalle cellule degli osteoblasti. Hanno un ricco equipaggiamento di organelli e lunghe sporgenze, che sono in contatto con altri osteoblasti e con il vaso che fornisce i nutrienti. La massa ossea non mineralizzata è chiamata osseina fino a quando i minerali non si depositano nel tempo. Nel momento in cui l'osteoblasto è circondato dalla massa intercellulare prodotta, si trasforma in un osteocita, una cellula chiusa dall'osso circostante, collegata all'ambiente solo dalle sporgenze. Gli osteoclasti sono cellule "enormi" (anche 100 μm), multinucleate, che a loro volta distruggono il tessuto osseo. Producono fosfatasi acida e collagenasi e riassorbono il tessuto osseo formato, consentendo il rimodellamento osseo. Le cellule ossee sono capaci di matrice ossea (secrezione di collagene e glicoproteina) Macroscopicamente, l'osso può essere diviso in compatto e spugnoso (spugnoso). Tuttavia, se osservati al microscopio, troviamo che entrambi i tipi hanno la stessa struttura istologica di base. Istologicamente, distinguiamo due tipi di tessuto osseo: primario (osso immaturo, fibroso) e secondario (osso maturo, lamellare). Entrambi i tipi contengono le stesse unità edilizie, la differenza sta nella disposizione delle fibre di collagene. Mentre nell'osso fibroso immaturo le fibre scorrono casualmente, in maniera disordinata, nell'osso maturo sono disposte a lamelle.

Osso fibroso

Durante la formazione di ciascun osso (crescita e guarigione), si forma prima un osso fibroso immaturo (fibrillare). È solo temporaneo e viene gradualmente sostituito da osso secondario maturo. Nell'età adulta, l'osso fibrillare si trova in piccole quantità nel sito di attacco del tendine ai tuberositati di ossio. Il cemento dentale ha una struttura simile.

Osso lamellare

Osso