Licenza di documentazione gratuita GNU

Article

July 3, 2022

La GNU Free Documentation License (GNU FDL, o semplicemente GFDL o FDL) è una licenza di documentazione libera con copyleft, creata dalla Free Software Foundation (FSF) per il progetto GNU. Simile alla GNU General Public License, dà ai lettori il diritto di copiare, ridistribuire e modificare l'opera; richiede che tutte le copie e i derivati ​​siano disponibili con la stessa licenza. Le copie possono essere vendute, ma se sono realizzate in grandi quantità (più di 100 pezzi), il documento originale o il codice sorgente devono essere disponibili per il destinatario dell'opera. Il GFDL è stato progettato per manuali utente, libri, altri materiali di riferimento o di istruzione e documentazione che spesso integra il software GNU. Tuttavia, può essere utilizzato per qualsiasi lavoro di testo, indipendentemente da ciò di cui si occupa. Ad esempio, l'enciclopedia online gratuita Wikipedia lo usava per tutto il testo, ma in seguito passò alla licenza CC-BY-SA.

Cronologia

L'FDL è stato emesso sotto forma di bozza di commento alla fine del 1999. In seguito alle revisioni, la versione 1.1 è stata rilasciata nel marzo 2000 e la versione 1.2 nel novembre 2002. La versione attuale è la 1.3, rilasciata il 3 novembre 2008, che ha aggiunto la possibilità di migrare a CC-by-sa 2.0 (richiesto da Wikipedia).La prima GNU Free Documentation License, versione bozza 2, è stata rilasciata il 26 settembre 2006 , insieme a una proposta di nuova licenza GNU Simpler Free Documentation. La nuova proposta GNU FDL include molti miglioramenti, come nuovi termini coniati nella GPLv3 per migliorare l'internazionalizzazione, chiarimenti per aiutare le persone a utilizzare le licenze audio e video o requisiti allentati per l'utilizzo di estratti. La nuova GNU Simpler Free Documentation License non ha requisiti per preservare i testi su schede e sezioni invarianti. Ciò renderà più semplice la licenza per gli autori che non desiderano utilizzare queste funzionalità GNU FDL. Il 1 dicembre 2007, Jimmy Wales ha annunciato che il lungo periodo di discussione e negoziazione tra la Free Software Foundation, la Creative Commons, la Wikimedia Foundation e altri si era concluso con una proposta supportata dalla FSF e la Creative Commons che modificava la Free Documentation License per consentire alla Wikimedia Foundation di migrare i progetti su CC-BY-SA. Queste modifiche sono state implementate nella versione 1.3 della licenza.

Condizioni

I materiali concessi in licenza in base alla versione corrente della GFDL possono essere utilizzati per qualsiasi scopo purché siano soddisfatte determinate condizioni. Tutti gli autori precedenti dell'opera devono essere elencati. Tutte le modifiche al lavoro devono essere registrate. Tutti i lavori derivati ​​devono essere concessi in licenza con la stessa licenza. Il testo completo della licenza, le sezioni invariate invariate (come specificato dall'autore, se presenti), eventuali ulteriori esclusioni di responsabilità (ad es. avvisi generali ai lettori che il documento potrebbe non essere accurato) e le informazioni sul copyright delle versioni precedenti devono essere mantenuti. Non devono essere utilizzati mezzi tecnici (es. DRM) per controllare o impedire la distribuzione o la modifica del documento.

Sezioni secondarie

La licenza separa esplicitamente qualsiasi tipo di "documento" dalle "sezioni secondarie" che potrebbero non essere integrate con il documento ma esistere come materiale introduttivo o supplemento. Le sezioni secondarie possono contenere informazioni sulla relazione dell'autore o dell'editore con l'oggetto dell'opera, ma non sull'opera stessa. Sebbene il documento stesso sia completamente modificabile e sia fondamentalmente protetto da una licenza equivalente alla GNU General Public License (sebbene incompatibile con essa), alcune delle sezioni secondarie hanno varie restrizioni progettate principalmente per garantire un elenco adeguato degli autori precedenti. In particolare, devono essere citati gli autori delle versioni precedenti e non devono essere alterate alcune "sezioni invarianti" specificate dall'autore originale e che trattano il suo rapporto con l'oggetto dell'opera. Yippee-