Cicladi

Article

August 11, 2022

Le cicadee (Cycadopsida) formano una classe collettiva per tutte le cicadee - gimnosperme protette del dipartimento Cycadophyta (Cycadophyta). Almeno 303 specie sono attualmente descritte di queste piante, che sono tra gli organismi viventi più antichi del mondo. Le cicadee un tempo dominavano il regno vegetale proprio come i dinosauri dominavano il regno animale e, insieme a loro, la maggior parte si estinse alla fine dell'era mesozoica. Sono caratterizzati da una serie di caratteristiche arcaiche e sono quindi considerati fossili viventi, ma erroneamente, poiché la storia delle specie recenti risale al massimo al Miocene superiore. Le cicadee possono vivere molto a lungo. La durata della vita di alcuni vecchi individui in Asia è stimata fino a 1.100 anni ed è probabile che possano vivere molto più a lungo. Come gimnosperme, sono più vicine alle conifere. Simili alle conifere, producono anche coni, che sono i più grandi del regno vegetale.Grazie al loro aspetto attraente, rarità e prezzo elevato, le cicadee sono diventate piante di culto e oggetti di interesse per i collezionisti.

Caratteristiche botaniche

Anatomia

Le cicadee sono alberi fossili e contemporanei, che nell'aspetto ricordano le palme. Sono per lo più sempreverdi, ma alcune specie sono decidue nella stagione secca (es. Encephalartos poggei). Queste sono piante dioiche, quindi ci sono piante maschili e femminili con coni diversi. Le foglie sono grandi, lunghe fino a tre metri, eccezionalmente fino a 7 metri nella specie Encephalartos laurentianus, coriacee, una o raramente due volte (Bowenia) pennate e ammucchiate nel pennacchio superiore simile alle palme. Quando sono giovani, sono arricciati in modo circolare, simili alle foglie delle felci. Spesso sono così duri che possono essere scambiati per plastica dura. Nelle cicadee "blu", che sono un gruppo di specie del genere Encephalartos, le foglie hanno un attraente colore bluastro (Encephalartos lehmannii o la specie spinosa Encephalartos trispinosus o Encephalartos horridus ecc.). La radice principale è da palo a barbabietola, con molte radici laterali ramificate in modo dicotomico e le cosiddette radici coralline che crescono verso l'alto. Sono una rarità tra le cicadee. Le fragili radici coralline crescono in simbiosi con i cianobatteri dei generi Nostoc o Trichormus, che possono "respirare" - legare - l'azoto atmosferico, che consente loro di ottenere questo elemento in luoghi con terreno povero. Questa parte delle radici simbiotiche cresce dal basso verso l'alto e nelle piante più vecchie emerge in superficie attorno alla pianta. I cianobatteri producono anche la neurotossina beta-metilammino-L-alanina (BMAA), che viene immagazzinata nei semi. Il tronco è generalmente diritto, sia fuori terra (cicade indiana) che sotterraneo (cicade nana), generalmente ramificato nel caso di quelli interrati. La ramificazione è possibile anche nella maggior parte delle piante più vecchie con un tronco fuori terra, ma meno comune rispetto, ad esempio, alle conifere. Il tronco è talvolta ricoperto da resti secchi di vecchie foglie. Soprattutto nelle cicadee australiane, tende ad essere resistente al fuoco. Queste piante sono usate per bruciare lo strato superiore e tutte le foglie. Un fenomeno speciale si osserva in tutte le cicadee, quando la radice si restringe durante un incendio e spinge parte del tronco sottoterra. Alcuni punti della radice crolleranno e su di essi apparirà una "ruga". Le cicadee con un tronco sotterraneo hanno questa capacità anche nel tronco.La più grande specie di cicade è Lepidozamia hopei, che cresce in Australia e raggiunge un'altezza fino a 20 m. Altre cicadee giganti includono Dioon spinulosum ed Encephalartos transvenosus. L'albero con il tronco più spesso è Macrozamia dyeri ed Encephalartos laurentianus, il cui diametro arriva fino a 1 metro. La più piccola invece è la cicade nana cubana (Zamia pygmaea) con foglie lunghe 30–70 cm e tronchi sotterranei ramificati, larghi ciascuno 2–4 cm.Gli organi sessuali sono portati su coni, solo gli organi femminili della cicade genere