Croazia

Article

August 16, 2022

La Croazia (precedentemente chiamata Croazia, Hrvatska croata), nome completo della Repubblica di Croazia (Repubblica croata di Croazia), è uno stato europeo geograficamente situato al confine tra l'Europa centrale e meridionale; è uno degli stati successori dell'ex Jugoslavia. I suoi vicini sono Slovenia, Ungheria, Serbia, Bosnia ed Erzegovina e Montenegro. La Croazia è membro dell'OSCE (dal 24 marzo 1992), dell'ONU (dal 22 maggio 1992), del Consiglio d'Europa (dal 6 novembre 1996), dell'OMC (dal 30 novembre 2000), della NATO (dal 1.4 2009) e l'Unione Europea (dal 1 luglio 2013). La capitale è Zagabria, che è anche una delle 21 regioni locali (contea, contea croata). L'area della Croazia è di 56.594 km2, la maggior parte di questa zona si trova nel clima continentale, il resto nel clima mediterraneo. L'area comprende anche l'area di oltre 1.000 isole croate di varie dimensioni, dalle più grandi con una superficie di oltre 400 km² (Krk, Cres), alle più piccole (Brač, Hvar) fino alle scogliere molto piccole. Ci sono 4,29 milioni di abitanti in Croazia, la maggior parte dei quali di nazionalità croata. I primi slavi arrivarono nel territorio dell'odierna Croazia all'inizio del VII secolo, all'inizio del IX secolo formarono un'unità statale con due ducati. Tomislav divenne il primo re croato nel 925 (duca dal 910 al 925). La Croazia ha agito come un regno indipendente fino al 1102, poi è entrato in unione personale con l'Ungheria, cioè con l'odierna Ungheria. Nel 1527, a causa della guerra secolare in corso (1493–1593) con i Turchi (Impero ottomano), Ferdinando I d'Asburgo fu eletto capo della Croazia, e il paese rimase parte della monarchia asburgica fino al 1918. Dopo la fine della prima guerra mondiale, croati, sloveni e serbi formarono uno stato non riconosciuto a livello internazionale - lo Stato degli sloveni, dei croati e dei serbi, che tuttavia esisteva da meno di un mese. Quindi la Croazia entrò a far parte del Regno dei Serbi, Croati e Sloveni (dal 3 ottobre 1929, il nome dello stato era Regno di Jugoslavia). Durante la seconda guerra mondiale, il Regno di Jugoslavia si disintegrò per formare il cosiddetto Stato Indipendente di Croazia. Dopo la guerra, la Croazia, insieme ad altri paesi, ha fondato la Repubblica Federale di Jugoslavia, nella quale è rimasta fino al 1991, quando ha dichiarato l'indipendenza, riconosciuta a livello internazionale nel 1992. Tuttavia, la dichiarazione di indipendenza ha portato alla guerra d'indipendenza croata , che durò fino al 1995. La Croazia vinse. La Croazia moderna è una repubblica parlamentare. È la diciottesima destinazione turistica più popolare al mondo. Il turismo è anche una delle più importanti fonti di reddito statale, rappresentando il 20% del PIL. I suoi partner commerciali più importanti sono Italia, Slovenia e Germania.

Paesi storici

La Croazia moderna è costituita dalla Croazia centrale con il litorale croato (Zagabria e dintorni fino al fiume Ilova a est, la regione di Karlovac, che comprende per la maggior parte anche Kordun, Rijeka e dintorni, l'area della Lika fino al fiume Zrmanja; il centro naturale è Zagabria e sul litorale croato (Rijeka), Dalmazia senza Cattaro, ma con il territorio dell'ex repubblica di Dubrovnik, Slavonia nell'est del paese la maggior parte dell'ex margraviato d'Istria, cioè la penisola istriana nella Croazia occidentale, il centro è la città di Pola, ma non la squadra principale è la città di Pisino. Inoltre, la Croazia comprende anche la regione originariamente ungherese di Mezimurie, che comprende lo Záhoří croato, le parti meridionali di Baranja, Moslavina, Turopolje e Záhoří dalmata. Gli stemmi dei principali paesi sono raffigurati anche nello stemma composito dell'odierna Croazia, che contiene, oltre allo scudo a scacchiera rosso-argento della stessa Croazia, anche gli stemmi della Slavonia