Azovstal

Article

May 25, 2022

Azovstal Iron and Steelworks (ucraino Металургійний комбінат Азовсталь) a Mariupol è uno dei più grandi complessi metallurgici in Ucraina. Entro il 2021, hanno prodotto circa 4 milioni di tonnellate di acciaio all'anno. Secondo Azovstal, anche oltre 6 milioni di tonnellate. Durante l'invasione russa dell'Ucraina, il complesso di Azovstal è diventato l'obiettivo di vasti bombardamenti da parte dell'esercito russo e di Mariupol dopo l'assedio e espulsione dal centro della città da parte delle truppe della Federazione Russa e della ribelle Repubblica popolare di Donetsk.

Storia

La costruzione iniziò nell'era della costruzione dell'industria pesante da parte dell'Unione Sovietica nel 1930, l'operazione iniziò nel 1933. Il vantaggio era l'ubicazione del complesso nel bacino carbonifero di Donetsk con vaste riserve di minerali e l'accesso al Mar d'Azov. Nel 1941, a seguito dell'attacco tedesco all'URSS, la produzione fu interrotta e nel 1943 ci furono ingenti danni da parte dell'esercito tedesco in ritirata.

Significato

Oltre alla sua importanza economica (il ferro e l'acciaio rappresentano oltre il 15% delle esportazioni ucraine), Azovstal è un importante datore di lavoro. Lo sviluppo dell'industria pesante ha significato anche il rapido sviluppo di Mariupol, la cui popolazione è quadruplicata tra il 1913 e il 1939 a circa 220.000 e negli anni '80 ha persino superato i 500.000. Il lato oscuro di Azovstal è l'impatto sull'ambiente. Gli impianti si trovano a poche miglia dal centro città e l'est e il nord-est dei venti producono la maggior parte delle emissioni degli smelter nelle zone più densamente popolate della città. Mariupol è una delle città più inquinate dell'Ucraina. I valori misurati delle polveri sottili PM2,5 superano i limiti raccomandati dall'OMS fino a cinquanta volte, per cui la città ha subito una serie di proteste.

Riferimento

Collegamenti esterni

Immagini, suoni o video su Azovstal Ironworks e Steelworks su Wikimedia Commons Металлургический комбинат «Азовсталь» - sito ufficiale (russo)