Consiglio Imperiale (Austria)

Article

May 25, 2022

Il Consiglio del Reich (Reichsrat tedesco) era la più alta legislatura dell'Impero austriaco, operante dal 1861 al 1918 (dopo l'adozione dell'insediamento austro-ungarico nel 1867, era la legislatura della parte pre-lituana dell'Austria-Ungheria). Era di base a Vienna. La sua istituzione è stata stabilita dalla Costituzione di febbraio nel 1861. Fino all'adozione della Costituzione di aprile, è stato eletto indirettamente dalle assemblee statali e successivamente sono state introdotte elezioni dirette. Era un parlamento bicamerale, composto da una Camera dei Deputati eletta e una Camera dei Lord non eletta. Il sistema elettorale per la Camera dei Deputati era inizialmente per curiosità, con censimento elettorale, in seguito il diritto di voto fu esteso con una serie di riforme e nel 1907 fu introdotto il suffragio universale e paritario agli uomini. Negli anni '60 e '70, il Partito Costituzionale Centralista Liberale Tedesco dominò il Consiglio del Reich e in seguito la composizione della Camera dei Deputati del Reichstag rifletteva sempre di più il carattere nazionale, di classe e ideologico frammentato della popolazione.

Storia fino al 1860

Reichstag 1848-1849

La prima legislatura nazionale dell'Impero austriaco fu istituita durante l'anno rivoluzionario del 1848, quando la cosiddetta costituzione di aprile (anche costituzione di Pillersdorf) del 25 aprile 1848 istituì il Reichstag costituzionale i cui deputati furono eletti nelle elezioni del giugno 1848. Doveva essere una legislatura unicamerale a livello nazionale con un veto imperiale. Il 22 giugno 1848 iniziarono una riunione a Vienna, che continuò poi dal novembre 1848 dopo essersi trasferiti dalla capitale come la cosiddetta Assemblea di Kroměříž. Tuttavia, l'imperatore lo sciolse il 7 marzo 1849, sulla base della mancanza di delegati ungheresi, e emanò la cosiddetta Costituzione di marzo o Octrown. Presupponeva un Reichstag bicamerale, ma fu abolito nel 1851 dai cosiddetti brevetti di Capodanno. Fino al 1859, l'imperatore governò come monarca assoluto senza controllo parlamentare.

Consiglio Imperiale Moltiplicato

Nel 1859, il primo ministro Alexander Bach dovette abdicare per fallimento e il sistema neoassolutista iniziò a subire riforme. Il 5 marzo 1860, il Consiglio Imperiale Moltiplicato fu convocato come organo consultivo (non legislativo) del monarca. Si riunì da maggio a settembre 1860. Contava 60 membri. Il 17 luglio ha anche acquisito alcune competenze decisionali. Alla fine di settembre ha proposto cambiamenti nel sistema politico consistenti in un ritorno alle individualità storiche, in particolare all'autonomia dei singoli paesi della corona.

Istituzione del Consiglio Imperiale nel 1861

Il diploma dell'ottobre del 1860 rilasciato dall'imperatore presupponeva il ripristino del sistema costituzionale di governo, l'istituzione di un parlamento nazionale e un'ampia autonomia territoriale. Nel 1861 l'imperatore emanò la cosiddetta Costituzione di febbraio. Istituì un Consiglio Imperiale bicamerale. Così l'Austria divenne una monarchia costituzionale.Il Consiglio del Reich era composto da due camere: Camere dei Deputati del Consiglio Imperiale, camera bassa, eletti, indirettamente fino al 1873, poi con elezioni dirette Camera dei Lord, camera alta, non eletta, occupata in parte a vita su nomina del monarca.

Composizione e poteri della Camera dei Deputati del Consiglio Imperiale

Secondo la Costituzione di febbraio del 1861, la Camera dei Deputati del Consiglio Imperiale era concepita come più ampia e più ristretta. Il Consiglio Imperiale più ampio (343 membri) doveva rappresentare tutti i paesi della corona della monarchia, il Consiglio Imperiale più ristretto (203 membri) non doveva includere deputati per il Regno Lombardo-Veneto e la Terra della Corona di Santo Stefano. Il più ampio Consiglio Imperiale doveva affrontare questioni comuni all'intera monarchia. In realtà, tuttavia, il parlamento non si è mai riunito in questa ampia plenaria. Su 343 deputati hanno partecipato solo 200. Né il Veneto né i paesi ungheresi