Iraq

Article

May 17, 2022

L'Iraq (in arabo: العراق, IPA: ɪ.ˈɹɑ (ː) k), è il paese del Medio Oriente o Medio Oriente che occupa la maggior parte della parte nord-occidentale dei monti Zagros e la parte orientale del deserto siriano. Confina con il Kuwait e l'Arabia Saudita a sud, la Giordania a ovest, la Siria a nord-ovest, la Turchia a nord e l'Iran a est. Ha la costa di Umm Qasr nel Golfo Persico. L'Iraq ha due fiumi, il Tigri e l'Eufrate. Questi fiumi fornivano all'Iraq i bisogni agricoli di quelle prime civiltà (Mezzaluna fertile della Mesopotamia). L'Iraq è una democrazia parlamentare in via di sviluppo, con 18 governatorati (muhafadhat). La capitale, Baghdad, si trova nel centro-est del Paese. L'Iraq ha una lunga storia che risale ai tempi della Mesopotamia. Gli storici hanno identificato la regione tra il Tigri e l'Eufrate come la Mezzaluna Fertile, culla della civiltà e luogo in cui è stata inventata la scrittura. L'Iraq faceva parte degli imperi accadico, assiro, babilonese, persiano, macedone, partico, arabo, ottomano e britannico. Da quell'invasione nel 2003, le forze della coalizione multinazionale, per lo più americane, hanno occupato l'Iraq. L'invasione ha provocato disordini civili, crollo politico, rimozione ed esecuzione del presidente Saddam Hussein, problemi nazionali nello sviluppo dell'equilibrio tra politica, economia, infrastrutture e uso delle riserve di petrolio greggio. Questi problemi hanno provocato battute d'arresto per l'Iraq, tanto che quasi tutta l'attenzione della comunità internazionale si è concentrata sull'Iraq. Secondo il Failed States Index del 2007, compilato dalla rivista Carnegie Endowment for International Peace's Foreign Policy e dal Fund for Peace, l'Iraq è il secondo paese più problematico (il paese più instabile) dopo il Sudan.