Terminologia Anatomica

Article

February 1, 2023

La terminologia anatomica (TA, nome latino) è l'opera ufficiale sulla nomenclatura anatomica umana creata congiuntamente dal Comitato federale di terminologia anatomica (FCAT) e da 56 gruppi membri di associazioni internazionali di anatomisti (Federazione internazionale delle associazioni di anatomisti, IFAA). È stato pubblicato nel 1998 e ha sostituito la precedente nomenclatura standard, la Nomina Anatomica (NA). La terminologia anatomica contiene la terminologia di circa 7.500 strutture anatomiche macroscopiche umane.

Sfondo

Alla fine del XIX secolo esistevano circa 50.000 nomi anatomici per le 5.000 strutture descritte. Ciò ha portato a confusione e caos nella terminologia, che a sua volta ha reso difficile lo scambio di lavoro scientifico, in particolare il lavoro anatomico. Per questo motivo gli anatomisti di tutto il mondo decisero di incontrarsi per unificare i criteri e determinare un linguaggio universale nelle scienze anatomiche.

Congressi mondiali di anatomia

Nel 1895 si tenne a Basilea, in Svizzera, un incontro di anatomisti di tutto il mondo, durante il quale l'anatomista Guillermo Hiss fu incaricato di compilare il codice anatomico, un elenco di circa 4.500 termini. . Nel 1905 si tenne a Genova, in Italia, un Congresso Mondiale di Anatomia, presieduto dal Dr. Waldeyer, dove si prevedeva la creazione di una commissione permanente incaricata di studiare tutto ciò che riguardava il lessico anatomico Nel 1933 fu effettuata una revisione della nomenclatura in Inghilterra, che fu ribattezzata Birmingham Revision (BR). Nel 1935 si tenne a Jena, in Germania, uno straordinario Congresso Mondiale, cui parteciparono circa 300 anatomisti da tutto il mondo, con trentatré rappresentanti, dove furono introdotte alcune modifiche alla terminologia esistente, denominata questa rivista, Iena Nomina Anatomica (INA) . In questa nuova terminologia, i nomi propri furono rimossi e, sebbene il suo uso fosse raccomandato e di fatto usato nella maggior parte delle università, vi furono alcuni membri che si opposero al suo uso, come quelli in Francia. Nel 1950 si tenne a Oxford, in Inghilterra, il quinto congresso, durante il quale fu istituito l'International Anatomical Nomenclature Committee (IANC) per lavorare sulla terminologia anatomica regolare, con i professori TB Johnston e GAG ​​Mitchell. Nel 1955 si tenne a Parigi, in Francia, il VI Congresso Mondiale di Anatomia. In questo congresso fu raggiunto un accordo per l'adozione di una nomenclatura latina basata sulla Basel Nomina Anatomica (BNA) e si decise di formare un comitato di nomenclatura internazionale, il Paris Nomina Anatomica (PNA). Gli accordi erano i seguenti: Salvo eccezioni, ogni struttura anatomica doveva essere nominata con un solo nome. La lingua universale è il latino, tradotto nella lingua madre (del paese in cui studi). I termini saranno per lo più mnemonici, ma è preferibile che abbiano un valore descrittivo o informativo. Gli eponimi non dovrebbero essere usati Nel 1960 si tenne a New York il Settimo Congresso Mondiale di Anatomia e furono formati sottocomitati per l'elaborazione di nomenclature in Istologia ed Embriologia. Nel 1965, a Wiesbaden (Germania), furono apportate le ultime modifiche alla terminologia, che prese il nome di Nomina Anatomica, e furono stabiliti all'unanimità i seguenti accordi: La lingua anatomica è il latino con traduzione in inglese. Cancellazione di eponimi e nomi propri. Uso di piani anatomici e assi Nel 1970, a Leningrado (oggi San Pietroburgo, Russia), si tenne il IX Congresso mondiale di anatomia e furono presentate tre buste paga: Anatomia macroscopica, Anatomia istologica o microscopica. in tutte le scuole di Scienze della Salute