Tessuto osseo

Article

January 31, 2023

Il tessuto osseo è una varietà di tessuto connettivo caratterizzato dall'avere una matrice extracellulare e calcificato con cellule alloggiate in spazi vuoti. Questo tipo di tessuto risponde a stimoli meccanici e influenze metaboliche nutrizionali o endocrine. Ha la sua origine nel mesenchima.

Funzioni

Costituente principale dello scheletro adulto Protezione degli organi vitali Ospita il midollo osseo Aiuta i muscoli nella produzione del movimento Mantiene i livelli di calcio

Componenti

Fibre di collagene di tipo I Matrice extracellulare (osso) Parte organica (detta anche osteoide) Fibre di collagene di tipo I Sostanza fondamentale amorfa Proteoglucani. Con meno glucosamiglucani rispetto alla cartilagine. Sono condroitin solfato e cheratina solfato. Glicoproteine ​​strutturali Parte inorganica. Formata da calcio, fosforo, magnesio, potassio o sodio. Calcio e fosforo formano cristalli di idrossiapatite sotto forma di prismi esagonali.

Criteri di classificazione

Secondo la struttura macroscopica Tessuto osseo spugnoso o trabecolare. Formare trabecole. Delimitano gli spazi comunicati dal midollo osseo. Tessuto osseo compatto. Formazione di una massa solida continua Secondo la struttura microscopica. Tessuto osseo immaturo o primario. È il primo a formarsi durante lo sviluppo fetale e la riparazione ossea. Contiene osteociti disordinati e la matrice ossea è meno mineralizzata rispetto a quella matura. Le fibre di collagene non hanno un orientamento definito. Tessuto osseo maturo o secondario. È chiamato a sostituire il primario, ed è caratterizzato da una maggiore mineralizzazione della matrice ossea. Inoltre, gli osteociti sono meno numerosi e regolarmente attaccati tra le lamelle dove le fibre di collagene, ora sì, hanno un orientamento parallelo.

Vedi anche

Os osteoclasti osteoblasti Osteocita Ossificazione Omeostasi del calcio