Noi stessi

Article

May 17, 2022

Lo Sinn Féin (dall'irlandese "noi" o "noi stessi", e non come a volte viene tradotto in modo errato, "noi soli") è un partito politico irlandese. Sebbene all'inizio sia stato fondato da Arthur Griffith come partito monarchico separatista irlandese, nel 1917 ha optato per il sostegno alla creazione di una repubblica irlandese, e da allora è noto per essere uno dei partiti repubblicani irlandesi. Il suo scopo era la riunificazione dell'Irlanda per superare la divisione in due stati effettuata nel 1920: l'Irlanda del Nord e quella che oggi conosciamo come Repubblica d'Irlanda. A differenza di altri partiti nazionalisti irlandesi, fino agli anni '90 ha dato l'uso di quella che è stata chiamata la strategia "armalite e l'urna elettorale", una politica di agitazione accompagnata dall'uso della violenza o delle minacce. , un termine descrittivo della strategia del Sinn Féin prima utilizzato nel 1981 da Danny Morrison, uno dei principali attivisti del partito negli anni 80. Ha forti legami con il Provisional IRA ed è stato talvolta considerato il suo braccio politico. Gli storici non sono d'accordo sul fatto che esista davvero "un" Sinn Féin, poiché alcuni lo considerano una serie di partiti divisi tra loro, così come i suoi vari leader, negli anni '20. , 30, 60, 80 e 90 di ventesimo secolo, e che ha creato nuovi gruppi rivali, di solito con nuovi nomi, anche se alcuni hanno mantenuto le parole "Sinn Féin". Il moderno Sinn Féin è oggi il principale partito "nazionalista" dell'Irlanda del Nord, dove ottiene circa il 25% dei voti. Il suo diretto rivale tra l'elettorato cattolico prevalentemente non unionista è il Partito socialdemocratico (Partito socialdemocratico e laburista), un gruppo nazionalista costituzionale che ha vinto più seggi nelle elezioni del 1998 per l'Assemblea dell'Irlanda del Nord, ma che è stato messo in ombra dallo Sinn Féin in le elezioni del 2003. I suoi membri alla Camera dei Comuni britannica non prendono possesso dei loro seggi perché, per farlo, dovrebbero giurare fedeltà alla corona britannica, oltre a riconoscere la loro giurisdizione sull'Irlanda del Nord. I suoi rappresentanti al Parlamento europeo hanno aderito al gruppo della Sinistra unitaria europea.

Gli inizi

Sinn Féin cristallizzato dalla campagna politica di Arthur Griffith e William Rooney all'inizio del ventesimo secolo. Per molti anni, lo Sinn Féin è stata una federazione lassista di gruppi politici la cui unica vera connessione e ispirazione era il giornale diretto da Griffith. La maggior parte degli storici concorda sul fatto che il 28 novembre 1905 fu la data di fondazione perché, in quel giorno, Griffith presentò per la prima volta la sua politica dello Sinn Féin. Nei suoi scritti, Griffth dichiarò che l'Atto di Unione di Gran Bretagna e Irlanda era illegale e che, di conseguenza, rimase in vigore la doppia monarchia anglo-irlandese basata sul Parlamento di Grattan e la cosiddetta Costituzione del 1782. Pertanto, l'unico requisito per ottenere un'Irlanda indipendente era crederci, poiché tutto il resto sarebbe finito al suo posto nel tempo. I britannici incolparono "a torto" lo Sinn Féin della Rivolta di Pasqua, con la quale non aveva nulla a che fare, solo il fatto che alcune delle sue idee - e non proprio la difesa della doppia monarchia anglo-irlandese - influenzarono alcuni dei suoi leader. In effetti, a qualsiasi gruppo che non fosse d'accordo con la politica costituzionale in uso veniva dato il soprannome di Sinn Féin. Il termine “ribellione del Sinn Féin” era comunemente usato anche dai media irlandesi, dalla polizia britannica in Irlanda (Royal Irish Constabulary o RIC), dalla Dublin Metropolitan Police (DMP) e da alcuni di coloro coinvolti nell'insurrezione. I capi sopravvissuti alla rivolta presero il partito agli ordini di Eamon de Valera. De Valera ha sostituito Griffit