Serpe

Article

August 17, 2022

Serpenti, serpenti (Serpentes) o ophidis (Ophidia) sono un sottordine di sauropsidi (rettili) con corpi molto allungati e gambe prive di gambe. Si distinguono dalle lucertole senza gambe per la mancanza di palpebre e orecchie esterne. Come tutti i serpenti squamosi, i serpenti sono vertebrati ectotermi amnioti ricoperti di squame. Come le lucertole da cui si sono evoluti, hanno un cranio leggermente articolato e la maggior parte può dislocare la mascella inferiore per ingerire prede molto più grandi della loro stessa testa. Per accogliere i loro corpi stretti, gli organi accoppiati dei serpenti (come i reni) si trovano uno di fronte all'altro anziché fianco a fianco e hanno un solo polmone funzionale. Alcune specie conservano un bacino con un paio di artigli vestigiali su entrambi i lati della cloaca. I serpenti hanno colonizzato una vasta gamma di habitat in tutto il mondo, ad eccezione dell'Alaska e del Canada settentrionale nelle Americhe, della Groenlandia, dell'Islanda, dell'Irlanda e dell'estremo nord della Scandinavia e della Russia in Eurasia, e dell'Antartide e della Nuova Zelanda a sud. Sono riconosciute quindici famiglie, che comprendono 456 generi e più di 2.900 specie. Le loro dimensioni variano dai 10 cm di lunghezza delle minuscole Leptotyphlops carlae ai 7,6 metri di anaconde e pitoni. Titanoboa, recentemente scoperto, era un serpente del Paleocene che raggiungeva una lunghezza di 13 metri. Si pensa che i serpenti si siano evoluti da lucertole scavatrici o acquatiche durante il periodo Cretaceo (circa 150 milioni di anni fa). La diversità dei serpenti moderni è apparsa durante il Paleocene (tra 66,0 e 56,0 milioni di anni fa). La maggior parte delle specie non sono velenose e quelle che lo usano più per uccidere e sottomettere la preda che per autodifesa. Tuttavia, alcuni hanno un veleno abbastanza potente da causare lesioni dolorose o addirittura la morte agli esseri umani.

Caratteristiche

I serpenti hanno palpebre saldate e trasparenti, non hanno timpano, hanno una lingua lunga, bifida ed evaginabile, la mascella è divisa in due parti unite da un legamento elastico, e molte specie hanno ghiandole velenose e denti adatti all'inoculazione del veleno; il cranio molto mobile (cinetico) a causa della perdita o riduzione di diverse ossa. Hanno una singola fila di squame ventrali; hanno un solo polmone (il destro). Sono poichiloterme, cioè non possono regolare la loro temperatura corporea e questo significa che dipende da quella dell'ambiente.

Pelle

La pelle è ricoperta di squame, quando viene versata viene chiamata "camicia", "spogliata" o "fessura" del serpente. La maggior parte dei serpenti usa scaglie ventrali specializzate per muoversi, aggrappandosi alle superfici. Le loro palpebre sono permanentemente chiuse, ma in realtà sono squame trasparenti. I serpenti perdono periodicamente la pelle. A differenza di altri rettili, il cambio o la muta della pelle avviene in un unico pezzo, come se si infilasse una calza. Questo viene fatto man mano che l'animale cresce e anche per riparare le ferite e sbarazzarsi dei parassiti esterni. Il periodico rinnovamento ha reso il serpente un simbolo di salute e medicina, come mostra la Verga di Asclepio (vedi Asclepio).

Locomozione

La locomozione è ottenuta dalle ondulazioni laterali del corpo, le squame ventrali allargate di molti serpenti che impediscono lo scivolamento. Alcuni serpenti, come certi boa e vipere, possono muoversi anche mediante movimenti muscolari delle squame ventrali con il corpo esteso quasi in linea retta.

Scheletro

Lo scheletro ha molte vertebre, 200 in vipere e 400 in pitoni. Il cranio è altamente modificato rispetto al modello diapsidico di base. Le ossa della mascella superiore sono debolmente attaccate al resto del cranio e il quadrato può muoversi liberamente e ha potenti muscoli rifrattori, consentendo un'enorme apertura delle mascelle e la deglutizione di grandi prede intere. Li danno