Russia

Article

August 11, 2022

Russia, Russo: Росси́я, Rossia, [rɐˈsʲijə] (? · P.) O Federazione Russa: Рсси́йская Федера́ция, Rossíiskaia Federàtsia, [rɐsʲijskəjə fʲɪdʲɪratsɨjadamente], ab · r · Eurasia. È una repubblica semipresidenziale composta da sudditi federali. La Russia confina con Norvegia, Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Bielorussia, Ucraina, Georgia, Azerbaigian, Kazakistan, Repubblica Popolare Cinese, Mongolia e Corea del Nord. L'estremità orientale del paese - e il continente asiatico - è molto vicino allo stato americano dell'Alaska. Con un'area di 17.075.400 chilometri quadrati, la Russia è il paese più grande del mondo; la superficie della Russia è un ottavo della superficie terrestre totale e contiene la più grande riserva di risorse minerarie ed energetiche del mondo. Con 146 milioni di abitanti, è il nono Paese più popoloso. La storia della Russia inizia con gli slavi orientali. Gli slavi emersero come gruppo etnico in Europa tra il III e il IV secolo. Fondato e governato dai Vichinghi e dai loro discendenti, il primo stato slavo orientale, il russo di Kiev, sorse nel IX secolo e adottò il cristianesimo dell'Impero Romano d'Oriente nel 988, che iniziò la sintesi delle culture romana orientale e slava che definirebbe la cultura russa dei prossimi mille anni. I russi di Kiev si disintegrarono e le terre furono divise in piccoli stati feudali. Il successore più potente fu il Granducato di Mosca, che fu la forza principale nel processo di riunificazione russa nella sua lotta per l'indipendenza contro l'Orda d'oro. Mosca riunì gradualmente i principati russi che la circondavano e alla fine dominò l'eredità culturale e politica dei russi di Kiev. Nel XVIII secolo si era già diffuso attraverso conquiste, annessioni ed esplorazioni e si era trasformato nell'Impero russo, che si estendeva dalla Polonia a ovest fino all'Oceano Pacifico a est. La Russia è diventata il più grande paese costituente dell'Unione Sovietica, il più grande stato socialista costituzionale del mondo e la superpotenza mondiale, fino alla sua dissoluzione alla fine della Guerra Fredda. Dopo la dissoluzione dell'Unione Sovietica nel 1991, la Federazione Russa è considerata il successore legale dell'URSS e l'URSS è lo stato predecessore della Federazione Russa. Di comune accordo tra gli Stati membri della CSI, è stato deciso di considerare la Federazione Russa come stato successore dell'URSS con tutte le sue conseguenze, compreso il trasferimento alla Federazione Russa dell'appartenenza permanente dell'URSS. riconoscimento della Federazione Russa come potenza nucleare ai sensi del Trattato di non proliferazione nucleare.È uno degli stati conosciuti nell'economia internazionale come BRIC.

Origine del nome

Vedi anche: russo (villaggio) Il nome Russia deriva da Rus (Русь, 'russo'), un nome che si riferiva al russo di Kiev. La prima menzione scritta del termine "Russia" (greco antico: Ρωσία Rossia) risale alla metà del X secolo. Si trova nelle opere dell'imperatore romano d'Oriente Costantino VII Porphyrogenitus De Ceremoniis e De Administrando Imperio come nome greco della Russia.Nelle fonti medievali dell'Europa occidentale, è stata trovata la forma Rossia, adottata dall'Impero Romano d'Oriente dal XII secolo insieme alle forme Russia, Ruscia, Ruzzia e, meno spesso, Rutenia. La forma Rossia si trova nei testi latini di Marco Polo, Guillaume de Rubrouck, in diverse mappe di origine sudeuropea dei secoli XIV e XV, tra cui l'Atlante catalano e la mappa di Fra Mauro. C'erano anche diverse varianti del nome di Rus con la lettera "o" alla radice (ad esempio, Rosie di Andrea Bianco. In notazione cirillica, la parola "Russia" (Рѡсїѧ) fu usata per la prima volta il 24 aprile 1387 a Costantinopoli con