Pere Aragonès e Garcia

Article

June 29, 2022

Pere Aragonès i Garcia (nato il 16 novembre 1982 a Pineda de Mar, Maresme) è un politico catalano presidente della Generalitat de Catalunya dal 24 maggio 2021. È stato vicepresidente della Generalitat de Catalunya e ministro dell'Economia e delle finanze dal 19 maggio 2018. A seguito della squalifica di Quim Torra, il 30 settembre 2020 ha assunto la Presidenza della Generalitat de Catalunya. Il 20 novembre 2020 è stato confermato che sarebbe stato candidato della Sinistra Repubblicana alla presidenza della Generalitat alle elezioni parlamentari 202. Infine, nella sessione di investitura del 21 maggio 2021, ha prestato giuramento della Generalitat de Catalunya, eletto con 74 voti favorevoli e 61 voti negativi.

Biografia

È nipote di Josep Aragonès i Montsant, imprenditore alberghiero e tessile, sindaco di Pineda de Mar durante il regime franchista, e successivamente, dopo l'integrazione della Reforma Democràtica de Catalunya (di cui era presidente) in Aliança Popular de Catalunya, anche durante il periodo democratico. Suo padre, Pere Aragonès Poch, è stato consigliere indipendente nell'elenco Pineda de Mar Convergence tra il 1991 e il 1995. È il nipote materno di Antonio e Juana, originario di Palomares, un distretto di Cuevas. del Almanzora, ad Almeria, dall'aspetto per un futuro migliore per le sue figlie. Fu legato al gruppo teatrale locale fino all'età di quattordici anni. Successivamente si è laureato in Giurisprudenza presso l'Universitat Oberta de Catalunya e ha conseguito un Master in Storia Economica presso l'Università di Barcellona, ​​​​ampliando i suoi studi in politiche pubbliche per lo sviluppo economico presso la Kennedy School of Government dell'Università di Harvard. Attualmente sta (2021) facendo il dottorato in Storia economica presso l'Università di Barcellona, ​​​​lavorando a una tesi sulla politica economica della Mancomunitat de Catalunya. Ha lavorato in uno studio legale specializzato nella consulenza legale ad aziende e pubbliche amministrazioni, ha collaborato come ricercatore con l'Istituto di Economia e Commercio Ignasi Villalonga e come docente presso l'Università di Perpignan. Nel giugno 2017 ha sposato Janina Juli e nel marzo 2019 è nata sua figlia Claudia.

JERC e membro del Parlamento

Pere Aragonès afferma di aver iniziato a prendere coscienza politica a seguito degli eventi dell'operazione Garzón. È entrato a far parte dei Joventuts d'Esquerra Republicana de Catalunya (JERC) nel 1998 e dell'ERC nel 2000. Tra il 1999 e il 2007 ha fatto parte della direzione nazionale del JERC. Nel 2003 è stato eletto portavoce nazionale del JERC, carica per la quale sarebbe stato rieletto nel 2005. Nel 2003 è diventato membro dell'esecutivo nazionale del ERC nel 2003, dove ha ricoperto diverse responsabilità fino al 2010. Nel 2006 è stato eletto Membro del Parlamento della Catalogna nelle liste del CER, in rappresentanza del JERC. Era il numero 12 nelle liste del Barcellona e Esquerra vinse 11 deputati in quel collegio, ma quando Josep Huguet fu nominato consigliere, Aragonès entrò come deputato. Nel 2007 non si è più candidato alla rielezione a portavoce nazionale del JERC e ha passato il testimone a Gerard Coca i Toledano. Durante la crisi del Congresso di Sinistra del 2008, tra Carod-Rovira e Joan Puigcercós, Aragonès ha sostenuto Puigcercós. Nelle elezioni parlamentari del 2010 è stato rieletto e anche alle elezioni del 2012. per essere il relatore, tra gli altri, del La Legge per il Diritto all'Abitare, la Legge sulla Mediazione nel campo del diritto privato, la Legge sulle Politiche Giovanili, la Proposta della legge di equità fiscale per un'uscita solidale dalla crisi, la Legge sulle misure ipotecarie, il