Parco della Ciutadella

Article

May 17, 2022

Il Parco della Ciutadella si trova nel quartiere Ciutat Vella di Barcellona. Per molti anni è stato l'unico parco pubblico di Barcellona. È stato disposto sui vecchi terreni della fortezza della Cittadella, da cui il nome, a immagine e somiglianza del Giardino del Lussemburgo a Parigi. Fu progettato da Josep Fontserè i Mestre e inaugurato nel 1881. Pochi anni dopo, nel 1888, ospitò l'Esposizione Universale di Barcellona. Si trova nel quartiere Ribera, nel triangolo tra la stazione di Francia, l'Arco di Trionfo e il Villaggio Olimpico. È delimitato da quattro arterie principali: Passeig de Pujades, Passeig de Picasso, Passeig de Circumval·lació e Carrer de Wellington. Ha dieci ingressi e ha una superficie di 17,42 ettari (31 con lo Zoo di Barcellona). È il più grande parco urbano di Barcellona dopo Montjuïc del Museo di Scienze Naturali dal 1882 anche se è stato Museo di Geologia dal 1924 al 2010) e il Castello dei Tre Draghi (Museo di Zoologia del Museo di Scienze Naturali di 1920 al 2010). Fanno parte del Museo di Scienze Naturali anche l'Umbracle e la Serra, dedicati alla conservazione delle specie botaniche. Il Parc de la Ciutadella ospita anche lo Zoo di Barcellona e diversi edifici che includono una chiesa e una scuola (IES Verdaguer). Al suo interno si trova una vasta collezione di arte pubblica che lo trasforma in un museo di sculture a cielo aperto.Nel 1951 il parco è stato dichiarato monumento storico-artistico ed è iscritto nel registro dei Beni Culturali dell' Interès Nacional del patrimoni català i en el registre de Béns d'Interès Cultural del patrimoni espanyol amb el codi RI-52-0000030.

Storia

Origini

Il lotto su cui si trova il parco della Ciutadella si trova in contrada Ribera, nella parte orientale della piana alluvionale del fiume Besòs. In epoca medievale si trovava al di fuori delle mura cittadine. Era un quartiere di pescatori e marinai, i cui edifici principali erano la chiesa di Santa Maria del Mar e i conventi di Sant Agustí e Santa Clara Nel 1700, la morte senza figli del re Carlo II causò un conflitto di successione che diede origine alla guerra della successione spagnola (1701-1714), in cui intervennero le principali potenze europee: Francia a difesa del pretendente Filippo di Borbone - futuro Filippo V - e Sacro Romano Impero, Gran Bretagna, Paesi Bassi e Portogallo a favore di Carlo d'Austria —il futuro imperatore Carlo VI. La Catalogna inizialmente optò per Filippo, che giurò le costituzioni catalane davanti al Parlamento nel 1701. Tuttavia, alcuni eccessi commessi dal viceré Francisco Antonio de Velasco, insieme ad altri fattori, provocarono una svolta nelle simpatie di alcuni leader catalani , che nel 1705 si schierò con Carlo. Filippo V tentò di riconquistare la capitale catalana nel 1706, con un esercito che assediò Barcellona per rra e mare, ma fu costretto al ritiro. Tuttavia, il successo dell'offensiva francese nelle battaglie di Almansa (1707), Brihuega e Villaviciosa (1710) e il ritiro del pretendente austriaco dopo la sua intronizzazione come imperatore nel 1711 (Trattato di Utrecht, 1713), lasciò la Catalogna sola. Barcellona subì un assedio prolungato (14 mesi), fino alla presa della città l'11 settembre 1714. Per mantenere la città sotto saldo controllo, Filippo V ordinò la costruzione di una fortezza, la Cittadella, come parte integrante di un complesso militare per dominare la città in cui, accanto alla Cittadella stessa, si trovava il castello di Montjuïc, antico bastione situato in cima al monte omonimo. La costruzione della Cittadella fu affidata all'ingegnere militare di fl