Messico

Article

May 17, 2022

Messico (in spagnolo, México; in messicano, Mexko; in Yucatec, Meejiko; in Mixteca, Ñuu Koꞌyo; in Otomí, Mꞌonda; in Totonaca, Méjiko; in Huastec, Labtóm), ufficialmente gli Stati Uniti del Messico (in spagnolo, Stati Uniti Mexicanos), è una repubblica federale costituzionale del Nord America. Confina a nord con gli Stati Uniti d'America; a sud ea ovest, con l'Oceano Pacifico; a sud-est, con il Guatemala, il Belize e il Mar dei Caraibi; e ad est, con il Golfo del Messico. Gli Stati Uniti del Messico sono una federazione di trentuno stati e Città del Messico, che è una delle aree metropolitane più popolose del mondo. Con una superficie di circa 2 milioni di chilometri quadrati, il Messico è il quinto paese più grande d'America e il quattordicesimo più grande del mondo. Con una popolazione di 103 milioni di abitanti, è l'undicesimo paese più popoloso al mondo, il paese con il maggior numero di indigeni americani e il paese di lingua spagnola più popoloso al mondo. Ha 69 lingue nazionali, tra cui spagnolo, messicano, yucateco, mixtec, tzeltal, tzotzil, zapoteco, ottomano, totonac, mazatec e txol. Il territorio messicano è abitato da oltre 21.000 anni. Le aree fertili del centro e del sud ospitavano grandi civiltà, come gli Olmechi, i Toltechi, i Maya e gli Aztechi. Quest'ultimo costruì un grande impero, la cui fine fu brusca con l'arrivo degli spagnoli che lo conquistarono e stabilirono il vicereame della Nuova Spagna. Nel 1821 la Nuova Spagna divenne indipendente e nacque il Messico; e nel 1824 fu costituita come repubblica federale. I primi anni della vita indipendente del Messico furono segnati da conflitti conservatori e liberali, due interventi stranieri e la perdita di più della metà del suo territorio a favore degli americani. La rivoluzione messicana, guerra dal 1910 al 1917, produsse una nuova costituzione sociale ancora in vigore. L'economia messicana è cresciuta fino al forte calo dei prezzi del petrolio durante gli anni 80. Il Messico ha ricevuto un numero significativo di rifugiati dalla guerra civile spagnola e dalle dittature dell'America Latina. Il Partito Rivoluzionario Istituzionale ha dominato la vita politica del paese fino al 1997. Nel 1993, il Messico ha ratificato l'Accordo di libero scambio nordamericano con il Canada e gli Stati Uniti. Nonostante i suoi marcati contrasti in termini di ricchezza e povertà, il Messico è una potenza regionale in America Latina. Nel 1994 è diventato il primo membro latinoamericano dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (ODEC). Secondo la classifica della Banca Mondiale, il Messico è un paese a reddito medio-alto, con il tredicesimo prodotto interno lordo al mondo, dopo la Spagna. Nel 2008 ha avuto il più alto reddito nazionale lordo pro capite in America Latina in termini nominali e in parità di potere d'acquisto, e uno dei più alti tassi di sviluppo umano nella regione. La sua economia è strettamente legata a quella dei suoi partner dell'Area di libero scambio nordamericana.

Storia

Civiltà precolombiane

Vedi anche: Civiltà precolombiane e MesoamericaIl territorio messicano è stato scoperto e abitato da gruppi di cacciatori-raccoglitori forse più di 30.000 anni fa. Resti di incendi scoperti nella Valle del Messico sono stati datati al carbone radioattivo dal 21000 aC, e alcuni strumenti di pietra sono stati trovati vicino alle case, indicando la presenza di esseri umani in quel momento. L'agricoltura si sviluppò intorno al 9000 aC, anche se la coltivazione del mais iniziò nel 5000 aC. Le prime tracce di ceramica risalgono al 2500 aC, segnando l'inizio della civiltà mesoamericana, in quanto definisce l'istituzione di società sedentarie. I gruppi del Messico settentrionale, la regione dell'Aridoamerica, continuarono a sopravvivere attraverso