Johannesburg

Article

August 11, 2022

Johannesburg (in isiZulu iGoli, il luogo dell'oro, iRhawutini in isiXhosa) è la città più grande e popolosa del Sud Africa. I sudafricani la conoscono informalmente con i nomi "Jo'burg", "Jozi" e "JHB". È la capitale della provincia di Gauteng, la più ricca del paese, e la sua regione metropolitana è la più prospera economicamente di tutta l'Africa subsahariana. Ha una delle aree metropolitane più grandi del mondo ed è l'unica città sudafricana ad essere inclusa nella classifica delle cosiddette "città globali". Nonostante sia la capitale economica del Sud Africa, non è considerata una delle sue tre capitali ufficiali, che sono Pretoria (sede del potere esecutivo), Cape Town (sede del legislatore) e Bloemfontein (sede della magistratura). la Corte Costituzionale ha sede a Johannesburg. Grazie alla sua posizione nelle montagne di Witwatersrand, ricche di minerali, Johannesburg è uno dei più grandi centri mondiali di commercio su larga scala di oro e diamanti. Il suo aeroporto, chiamato OR Tambo dal 2006 in onore del primo presidente dell'African National Congress, è il più grande e trafficato dell'Africa ed è la porta principale degli stati dell'Africa meridionale. Secondo il censimento del 2001, la popolazione della città era 3.225.812, in un comune molto grande di 1.644 km², che dava una densità di 1.962 abitanti/km². La popolazione è prevalentemente nera (73%); i bianchi rappresentano il 16%, il 6% sono meticci e il 4% sono di origine asiatica; Il 34% parla nguni (principalmente zulu), il 26% sono lingue sesotho, il 19% inglese e l'8% afrikaans. La popolazione dell'area metropolitana sfiora gli otto milioni di persone.

Storia

L'area intorno a Johannesburg è abitata da milioni di anni. Le grotte di Sterkfontein nel nord-ovest sono la culla dello scheletro più completo di un ominide di 3,3 milioni di anni, nonché di quasi 700 esemplari di una specie strettamente imparentata, l'Australopithecus africanus, tra gli altri. Ples, che ha tra 2,8 e 2,3 milioni di anni. Si ritiene che la regione di Johannesburg fosse abitata dai nomadi Boscimani circa 100.000 anni fa. Si dice che i Boscimani abbiano vissuto in questa zona fino a quando le persone di lingua bantu non emigrarono nell'area intorno al 1060 a.C. Il popolo bantu apparteneva all'età del ferro e addomesticava gli animali, coltivava la terra, lavorava i metalli, fabbricava la ceramica e viveva in villaggi organizzati. La città nacque nel 1886 come uno dei centri abitati costruiti intorno ai siti della corsa all'oro nella regione di Witwatersrand nel 1884, e inizialmente era solo un sobborgo di Pretoria. Il suo nome deriva proprio dall'ispettore generale della zona, Johannes Rissik. Divenne una città con più di 100.000 abitanti in un decennio. Il sito è spesso indicato in Zulu come eGoli, la terra dell'oro, sebbene le miniere vicine siano già state esaurite. L'oro fu inizialmente scoperto un po' a est dell'attuale posizione della città, Barberton. Le stime portarono rapidamente alla conclusione che c'erano giacimenti più ricchi nel Witwatersrand. Il villaggio all'inizio era come qualsiasi insediamento promettente, ma quando si sparse la voce dell'esistenza dell'oro, le persone arrivarono in gran numero in questa zona da molte altre regioni del paese, nonché dal Nord America. , dal Regno Unito e dal resto del Europa. Con l'aumentare del valore del controllo della terra, sperimentò tensioni tra il governo boero, che fondò la città, e nel cui paese (la Repubblica del Sud Africa -ZAR-) si trovava Johannesburg nel XIX secolo, e gli inglesi, culminando nella seconda guerra anglo-boera. I boeri persero la guerra e il controllo della zona fu ceduto agli inglesi, dove migliaia di lavoratori si erano trasferiti da tutto il paese. Quando era dic