Olimpiadi invernali 2030

Article

June 29, 2022

Le Olimpiadi Invernali del 2030, ufficialmente conosciute come XXVI Olimpiadi Invernali, saranno un evento multi-sportivo internazionale. Si terrà in una città designata dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO).

Processo di offerta

La nuova procedura di offerta del CIO è stata approvata alla 134a sessione del CIO il 24 giugno 2019 a Losanna, in Svizzera. Le proposte chiave, guidate dalle raccomandazioni pertinenti dell'Agenda Olimpica 2020, sono: Stabilire un dialogo permanente e continuo per esplorare e creare interesse tra città/regioni/paesi e Comitati Olimpici Nazionali per qualsiasi evento olimpico Creare due commissioni per le sedi future (giochi estivi e invernali) per monitorare l'interesse per i futuri eventi olimpici e riferire al comitato esecutivo del CIO Dare maggiore influenza alla sessione del CIO inserendo membri del consiglio non esecutivi parte dei comitati del futuro quartier generale. Il CIO ha anche modificato la Carta olimpica per aumentarne la flessibilità, eliminando la data di elezione di 7 anni dei giochi e cambiando la posizione di un singola città/regione/paese a più città, regioni o paesi.

Provvigioni invernali per host futuri

La composizione completa delle Commissioni invernali, che supervisionano gli host interessati o potenziali host su cui il CIO vuole concentrarsi, è la seguente:

Fasi del dialogo

Secondo le regole di condotta della Future Headquarters Commission, il nuovo sistema di gare del CIO si articola in 2 fasi di dialogo: Dialogo in corso: colloqui intransigenti tra il CIO e le parti interessate (Città/Regione/Paese/Consiglio Olimpico interessati ad ospitare) in merito all'organizzazione di futuri eventi olimpici. Dialogo specifico: colloqui specifici con uno o più portatori di interessi (denominati il ​​tuo posto preferito), come indicato dal comitato esecutivo del CIO. Ciò fa seguito a una raccomandazione della Commissione del futuro quartier generale a seguito del dialogo in corso.

Parti dell'offerta

Octavian Morariu, presidente della Commission for Future Winter Venues, ha annunciato i primi tre potenziali candidati durante la 135a sessione del CIO presso lo SwissTech Convention Center di Losanna, in Svizzera. Ha citato Salt Lake City, gli Stati Uniti, Sapporo, il Giappone e la Spagna: Barcellona e la regione dei Pirenei hanno svolto studi di fattibilità. Vancouver (Canada) ha presentato domanda preliminare nel febbraio 2021.

Stakeholder

Le parti interessate sono quelle città o regioni che hanno espresso il loro potenziale interesse ad ospitare i Giochi. Finora, quattro Comitati Olimpici Nazionali hanno espresso interesse. Sono i seguenti: Barcellona-Pirenei, Catalogna, Spagna; Barcellona era già la sede delle Olimpiadi estive del 1992. La proposta prevedeva che Barcellona ospitasse gli sport sul ghiaccio e le cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi Olimpici allo Stadio Olimpico Lluís Companys insieme a otto sport in altre città. Salt Lake City, Utah, Stati Uniti; ospite delle Olimpiadi invernali del 2002. Nel febbraio 2020, in seguito all'annuncio dei Giochi di Sapporo del 2034, poiché i Giochi estivi sono previsti a Los Angeles nel 2028. Nella prima riunione del giugno 2021, il comitato organizzatore ha valutato se modificare la candidatura per il 2030 o 2034. La decisione di Salt L'offerta di Lake City per le Olimpiadi invernali del 2030 o 2034 potrebbe essere presa dopo la fine di Pechino 2022. Il presidente e amministratore delegato di Salt Lake City Fraser Bullock ha menzionato che i Giochi di Los Angeles 2028 e i possibili Giochi di Salt Lake City 2030 potrebbero essere una vera sfida da gestire e che lo studio