Gallo

Article

January 30, 2023

Il gallo (Gallus gallus domesticus) è un uccello domestico; la femmina è chiamata gallina; maschi incappucciati, capponi e giovani galli, soprattutto quelli da consumo, polli. Deriva probabilmente dal gallo Bankiva, considerato la specie selvatica che ha dato origine all'attuale gallo domestico. È uno degli animali domestici più comuni e diffusi, con oltre 24 miliardi di esemplari nel mondo nel 2003. I galli sono le specie di uccelli più numerose al mondo. Prove recenti mostrano che l'addomesticamento del gallo era già iniziato più di 10.000 anni fa in Vietnam; fino a questa scoperta, la conoscenza convenzionale diceva che il gallo era stato addomesticato in India. Dall'India giunse in Persia il gallo domestico. Dal regno persiano della Lidia nell'Asia Minore occidentale, i galli domestici furono importati in Grecia, forse non prima del V secolo a.C. I galli sono conosciuti in Egitto fin dai tempi della diciottesima dinastia. Secondo le cronache di Tuthmosis III, "l'uccello che ogni giorno depone le uova" venne in Egitto come tributo alla terra tra la Siria e Shinar, cioè Babilonia.I galli sono considerati onnivori; allo stato libero graffiano costantemente il terreno alla ricerca di semi, insetti o animali più grandi, come alcuni giovani rettili o topi. Il gallo è un pollame allevato per la sua carne (e per le sue uova nel caso della femmina, la gallina). La gallina si distingue dal maschio perché è di taglia più piccola, ha la cresta più corta e non ha speroni. Le diverse razze di polli possono essere classificate in specie selvatiche e specie domestiche. Ha un'aspettativa di vita da cinque a dieci anni.

Caratteristiche morfologiche

Il gallo è caratterizzato dall'avere una cresta carnosa lungo tutta la linea centrale della sommità della testa e caruncole facciali molto più sviluppate rispetto ai fagiani. Ha un corpo grande, ali corte e arrotondate quasi inutili per il volo, becco robusto, tarso speronato, piumaggio di colorazione variabile a seconda della razza, coda medio-lunga e arcuata all'indietro, mostrano un evidente dimorfismo sessuale , riuscendo a distinguerli entrambi a prima vista. I maschi sono più spessi, misurano circa 50 cm e pesano fino a 1,5 chilogrammi. Hanno una grande cresta rossastra sulla testa, che usano come simbolo di dominio. Si dice che gli esemplari di gallo rosso selvatico abbiano colori più luminosi rispetto ai loro parenti domestici. La schiena è ricoperta da uno strato di piume dorate dal collo alla schiena. La coda è composta da grandi piume scure arcuate che si illuminano di blu, viola o verde alla luce. Ai lati della testa ci sono due macchie bianche, che lo distinguono dalle altre specie vicine, oltre alle zampe grigiastre. Le galline sono più piccole. Di solito non sono lunghi più di 50 cm e pesano appena un chilogrammo. Hanno una colorazione meno attraente, destinata a fornire protezione e nascondersi nel loro habitat. Anche le sue appendici carnose della testa sono molto meno prominenti. Così, sia la cresta che la coda sono più piccole, e mancano anche di speroni, resto del corpo ricoperto di piume arancioni. Nelle femmine nessun cambiamento è apprezzabile, sebbene cambino ugualmente di piume. Negli esemplari domestici le caratteristiche fisiche dipenderanno dalla razza e dalle sue caratteristiche. Ci sono studi recenti che rivelano geni latenti nel gallo domestico per la produzione di denti nelle mascelle. Questi studi mostrano che gli uccelli generalmente discendono dai dinosauri teropodi. Sempre per lo stesso motivo si è scoperto che alcuni polli prima della nascita hanno una coda più lunga, che poi si accorcia poco dopo la nascita. Comportamento