Fidel Valdez Ramos

Article

August 11, 2022

Fidel Valdez Ramos (Lingayén, Filippine, 18 marzo 1928 – Makati, Filippine, 31 luglio 2022) è stato un militare e politico filippino, presidente delle Filippine dal 1992 al 1998, oltre ad aver servito come ministro della Difesa, capo della Personale delle forze armate delle Filippine e direttore della polizia nazionale filippina. Ha fatto parte del governo di Ferdinand Marcos tra il 1980 e il 1986, ma dopo le elezioni del 1986, in cui il dittatore filippino ha cercato di imporsi attraverso "frodi elettorali", Ramos si è dimesso con Juan Ponce Enrile ed è tornato a partecipare al colpo di stato 'état che ha guidato la "rivoluzione dell'EDSA", deponendo così il regime di Marcos. In seguito divenne un famigerato alleato del successore di Ferdinand Marcos alla presidenza, Corazón Aquino, in servizio come Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate delle Filippine e Ministro della Difesa, essendo stato eletto suo successore nel 1992, per diventare presidente delle Filippine. Il suo governo è stato caratterizzato da una notevole crescita economica e tecnologica, nonché da un progressivo processo di riorganizzazione politica, giuridica e istituzionale nelle Filippine, accompagnato da numerosi progetti e programmi nei settori dell'edilizia, dell'istruzione e del sociale. Tuttavia, non è stato privo di polemiche, con decisioni come il suo sostegno alla pena di morte o il suo tentativo di negoziare con il gruppo paramilitare Nou Exèrcit del Poble. Altrettanto famigerati erano lo scandalo Clark Centennial Expo e lo scandalo PEA-Amari. D'altra parte, la riforma agraria, così come molti tentativi di incentivo economico, servirono ad aumentare la posizione economica delle Filippine. Allo stesso modo, ha dovuto evitare la crisi finanziaria asiatica del 1997, oltre a celebrare il centenario dell'indipendenza delle Filippine.

Biografia

Ufficiale di carriera nell'esercito filippino, ha combattuto come sottotenente nella guerra di Corea nel 1952 ed è stato capo di stato maggiore filippino in Vietnam (1966-1968). È stato nominato nel 1981 vice capo di stato maggiore delle forze armate e successivamente capo di stato maggiore nel 1986. Quando Corazón Aquino ha sfidato la "vittoria" di Fernando Marcos alle elezioni presidenziali corrotte del 1986, Fidel Ramos fornisce un aiuto fondamentale per il successo del popolo rivoluzione di potere. Durante l'amministrazione Aquino (1988-1992) ha servito come ministro della Difesa, affiancandola successivamente di fronte a diversi tentativi di colpo di stato. Ha fondato il People's Power Party e ha formato la coalizione vincente delle elezioni dell'Unión Nacional Cristiano Democrata. Nel 1992 ha ottenuto la presidenza delle Filippine, succedendo a Corazon Aquino e diventando il dodicesimo presidente del suo Paese. Nel corso del 1996 quasi 5.000 membri dell'FMLN sono stati integrati nelle forze armate filippine e durante la sua presidenza il paese ha conosciuto un grande sviluppo economico. Ramos ha cercato di tagliare e ristrutturare la burocrazia eccessivamente tesa del paese e ha perseguito i principali evasori fiscali. Di lui si dice che seppe mantenere la stabilità del Paese nonostante l'insurrezione comunista, il movimento separatista islamico a Mindanao e la crisi finanziaria asiatica del 1997. Nel 1998 gli successe Joseph Estrada e dopo la sua successione divenne un Membro del Club di Madrid.

Riferimenti

Collegamenti esterni

Sito web di Fidel V. Ramos Archiviato il 20-10-2018 in Internet Archive. Il progetto della presidenza filippina archiviato il 26-02-2020 in Internet Archive. Forum della community di Fidel Ramos Archiviato il 14-01-2015 in Internet Archive. Eredità oscura: i diritti umani sotto il regime di Marcos Dipartimento della Difesa Nazionale Gruppo di crisi internazionale La donna ha il desiderio di incontrare il "fidanzato" FVR in carne e ossa