Scuola del Lavoro di Barcellona

Article

May 17, 2022

L'IES Escola del Treball de Barcelona è un istituto di istruzione secondaria situato nei locali dell'Escola Industrial, nella vecchia fabbrica di Can Batlló in Carrer Urgell a Barcellona.

L'origine della Scuola del Lavoro

Le origini della scuola risalgono al XIX secolo durante il periodo dell'industrializzazione in Catalogna. La sua creazione risponde all'esigenza di preparare lavoratori qualificati ad affrontare la concorrenza europea e le nuove sfide di quel risveglio industriale. Barcellona, ​​​​leader nell'industrializzazione della Spagna, doveva essere al livello dei mercati europei se voleva essere competitiva. E doveva stare al passo ottenendo una promozione professionale a tutti i livelli di produzione. Nel 1868, il Consiglio provinciale di Barcellona, ​​pioniere dell'istruzione tecnico-professionale, su progetto di Ramon Manjarrés de Bofarull (allora direttore della Scuola di Ingegneria), creò sul sito un istituto di istruzione operaia. Università Industriale. Questo progetto iniziò ad operare il 24 aprile 1873 con il nome di Libera Scuola Provinciale di Arti e Mestieri e le classi erano tenute dagli stessi professori che insegnavano all'Università Industriale. Fu un centro annesso alla Scuola di Ingegneri Industriali di Barcellona fino al 1914, quando divenne indipendente, in quel periodo si insegnava alla Scuola. Nascono così sezioni che saranno poi fondamentali nella storia della formazione tecnico-professionale: Tessuti (1875) Lavaggio a secco (1879) Caldaie e motori a vapore (1889) Edilizia civile (1892) Elettricità (1899) Automobilismo (1907) La consapevolezza, da parte della sfera politica e culturale, della necessità di promuovere ulteriormente l'istruzione tecnica e professionale porta Josep Puig i Cadafalch (allora deputato per Barcellona e poi presidente del Mancomunitat de Catalonia) formulato un progetto di ristrutturazione che trasformò quella scuola primitiva e ne fondò una nuova. Era una scuola di prima elementare per operai, situata nella vecchia fabbrica tessile di Can Batlló, in Carrer Urgell, che si chiamava Escola Elemental del Treball. Nel maggio 1914, Enric Prat de la Riba, presidente del Mancomunitat de Catalunya, inaugurò il nuovo centro nell'ambito della riorganizzazione dell'istruzione tecnica dell'Escola Industrial. La nuova scuola è stata pensata per risolvere la formazione pratica degli operatori attraverso appositi laboratori, un metodo che va oltre il verbalismo a favore dell'intuizione e della sperimentazione, adattato alle circostanze degli studenti e con l'obiettivo di favorire la specializzazione fin dal primo anno in tutte le materie. Era organizzato in sezioni indipendenti: fabbri meccanici, fonderie e modellisti, elettricisti, tessili, chimici, falegnami e muratori, carrozzieri e macchine da scrivere, automobilisti e caldaie, ferramenta e fumatori. Allo stesso tempo, c'era anche una sezione linguistica (francese e inglese) 'era salita e non rendeva giustizia al beneficio pedagogico e tecnico che ne traevano gli studenti. Dal 1919 la scuola organizzerà un corso preparatorio per sopperire alla mancanza di istruzione di base di molti lavoratori che volevano proseguire l'istruzione tecnica ma mancavano di un'istruzione primaria sufficiente. Anche quest'anno sono iniziati i corsi ei convegni umanistici (arte, storia, lettere, scienze, sociologia), perché “l'educazione tecnica, come unico fattore educativo, limita lo spirito dell'uomo”. Nel 1923 uscì la conferenza tenuta dallo scienziato Albert Einstein sui costi