Dinosauri

Article

February 2, 2023

I dinosauri sono un gruppo eterogeneo di sauropsidi. È noto che sono apparsi durante il periodo Triassico, tra 233 e 243 milioni di anni fa, sebbene le loro origini ed evoluzione siano ancora in fase di studio. Dopo l'estinzione del Triassico-Giurassico, circa 201,3 milioni di anni fa, divennero i vertebrati terrestri dominanti, condizione che mantennero durante il Giurassico e il Cretaceo. Attualmente ci sono circa 10.000 specie viventi, conosciute come uccelli. La scoperta dell'archeopteryx nel 1860 fu la prima a suggerire una stretta relazione tra dinosauri e uccelli; a parte la presenza di impronte di piume fossilizzate, l'archeopteryx era molto simile al piccolo dinosauro carnivoro contemporaneo Compsognathus. La ricerca condotta dagli anni '70 indica che i dinosauri teropodi sono i più probabili antenati degli uccelli; infatti, la maggior parte degli scienziati vede gli uccelli come gli unici dinosauri sopravvissuti e alcuni credono addirittura che i dinosauri e gli uccelli debbano essere raggruppati in un'unica classe biologica. I coccodrilli sono gli altri parenti stretti dei dinosauri sopravvissuti, ed entrambi i gruppi sono membri del clade degli arcosauri, un gruppo di rettili che apparve per la prima volta nel tardo Permiano e divenne dominante nel Triassico medio. Nella prima metà del ventesimo secolo, sia gli scienziati che il pubblico in generale consideravano i dinosauri animali a sangue freddo, lenti e stupidi. Tuttavia, dagli anni '70, la maggior parte della ricerca sui dinosauri ha sostenuto l'idea che fossero animali attivi con un metabolismo elevato e spesso con adattamenti per poter interagire socialmente. Questo cambiamento di prospettiva è stato fortemente influenzato dall'evidenza che gli uccelli discendono dai dinosauri teropodi. I dinosauri non hanno sempre vissuto in climi caldi come si credeva tradizionalmente. Fossili di dinosauri del Cretaceo inferiore (tra 125 e 110 milioni di anni fa) sono stati trovati nella Cina settentrionale dal 21° secolo, dimostrando che vivevano anche in inverni molto freddi; questo spiegherebbe la presenza di una specie di piume (strutture filamentose di vario tipo) in alcuni tipi di dinosauri di quella zona e di quell'epoca, divenute maggiori attrazioni nei musei di tutto il mondo. I dinosauri sono diventati parte della cultura globale e rimangono popolari sia tra i bambini che tra gli adulti. Sono apparsi in libri e film molto apprezzati (in particolare Jurassic Park) e le nuove scoperte sono solitamente coperte dai media. Il termine "dinosauro" fu originariamente coniato nel 1842 da Richard Owen e deriva dalle parole greche δεινός (dinosauro), 'terribile', 'potente', 'imponente' e σαῦρος (sauros), 'lucertola'. Il termine è talvolta usato in modo informale per descrivere altri rettili preistorici, come il pelicosauro Dimetrodon, gli pterosauri alati e gli ittiosauri, i plesiosauri e i mosasauri acquatici, sebbene nessuno di questi gruppi fosse dinosauro.

Morfologia

I dinosauri (a parte gli uccelli) possono essere descritti come rettili arcosauri terrestri con le gambe tenute erette sotto il corpo, che esistevano dal Triassico superiore (apparso per la prima volta nell'habitat della fauna carnivora) al Cretaceo superiore (estinto alla fine del Maastrichtiano ). Molti animali preistorici sono popolarmente considerati dinosauri, come ittiosauri, mosasauri, plesiosauri, pterosauri o dimetrodonte, ma non sono scientificamente classificati come tali. I rettili marini come ittiosauri, mosasauri e plesiosauri non erano né terrestri né arcosauri; gli pterosauri erano arcosauri ma non terrestri e il Dimetrodon era un animale del Permiano più vicino ai mammiferi. I dinosauri erano le vertebre