Cervello

Article

February 1, 2023

Il cervello è un organo della parte antero-superiore del cervello e il centro di supervisione del sistema nervoso centrale in tutti i vertebrati e molti invertebrati. Alcuni animali, come le meduse o le stelle marine, hanno un sistema nervoso decentralizzato senza cervello e altri, come le spugne, non hanno un sistema, quindi distribuiscono questa funzione di supervisione tra diversi gangli. In molti animali il cervello è dentro la testa; da qui il nome cervello (in greco, encephalon). Nei vertebrati, il cervello è protetto dal cranio. Nel cervello, è anche chiamato proencefalo, in quanto è la struttura più recente nella scala evolutiva. Le strutture evolutivamente anteriori sono chiamate metencefalo e mielencefalo e si occupano di funzioni fondamentalmente regolatrici, come il mantenimento della frequenza respiratoria. Le funzioni intellettuali sono riservate al proencefalo. Il cervello può essere estremamente complesso; Gli esseri umani hanno circa 86 miliardi di neuroni, ciascuno connesso da circa 10.000 connessioni sinaptiche, che si materializzano in estensioni protoplasmatiche chiamate assoni che trasportano treni di segnali sotto forma di potenziali d'azione in aree lontane del cervello o del resto del corpo. Controlla e coordina il comportamento e le funzioni mentali (emozioni, memoria, apprendimento, cognizione, percezione e attenzione), oltre a comprendere l'apparato sensoriale primario di vista, udito, equilibrio, gusto e olfatto. Controlla anche il passaggio tra sonno e veglia, che è essenziale per il corretto funzionamento del cervello, poiché, ad esempio, sfrutta il sonno per organizzare le informazioni acquisite durante la veglia. L'insonnia prolungata provoca malattie mentali e persino allucinazioni. Ogni stato cerebrale è associato a determinate onde di attività.

Anatomia

Sebbene la maggior parte dei nervi abbia origine nel midollo spinale (nervi spinali), ce ne sono alcuni, chiamati coppie craniche, che sono responsabili dell'innervazione della testa, quindi alcuni di questi sono responsabili della percezione sensibile di vista, udito, olfatto, equilibrio, toccare e gustare. Ce ne sono dodici, che sono nominati con numeri romani e seguono l'ordine stabilito dal luogo di origine, tanto che la 1a coppia (coppia I) nasce dalla zona olfattiva e la XII nel bulbo spinale. Più in dettaglio, nel cervello degli accordi possiamo distinguere: Diencefalo Epitelio o ghiandola pineale talamo Ipotalamo Pituitaria o ghiandola pituitaria Telencefalo Arcipelago Gangli basali Nuclei caudati Sostanza nera Corpo striato Paleopalisi Corteccia a forma di pera Bulbi olfattivi Tonsilla Neopalese Corteccia cerebrale con diversi lobi cerebrali Lobo frontale Lobo temporale Lobo parietale Lobo occipitale Isola di Reil Corteccia cingolata

Morfologia del cervello umano

Il telencefalo è la parte più grande del cervello umano. Copre il cervelletto sul dorso ed è separato da esso dalla sua membrana. È diviso dalla fessura interemisferica in due emisferi uniti tra loro dalle fessure interemisferiche e hanno la cavità ependimale all'interno dei ventricoli laterali. Ogni emisfero ha diverse fessure che lo suddividono in lobi: Il lobo frontale è delimitato dalle fessure di Silvio, Rolando e dalla fessura sottofrontale. Il lobo parietale è delimitato anteriormente dalla fessura di Rolando, inferiormente da quella di Silvio e posteriormente dalla fessura occipitale; all'interno, dal solco sottoparietale. Si estende alla faccia esterna dell'emisfero, occupando solo una piccola parte della faccia interna. Il lobo occipitale è delimitato anteriormente dalle fessure perpendicolari esterne ed interne; non c'è limite alla sua faccia interna. Si trova nella parte posteriore del cervello. Il lobo temporale è delimitato dalla fessura di Silvio e si trova in posizione laterale.