Castellón de la Plana

Article

August 11, 2022

Castelló de la Plana - o localmente semplicemente Castelló - è una città nel Paese di Valencia, capoluogo della regione della Plana Alta e della provincia di Castelló. Il paese è adagiato su un'ampia pianura prospiciente la costa, circondata da diverse catene montuose nell'entroterra. Secondo il registro 2020 dell'INE, ha una popolazione di 174.264 abitanti, essendo la quarta città del Paese di Valencia per numero di abitanti, distribuiti in due centri urbani (la città vera e propria e El Grau) e diversi gruppi di popolazione sparsi nel 107,50 km² di estensione del suo territorio comunale. Fino al 1252 i suoi abitanti abitarono sul colle della Maddalena, e nello stesso anno si trasferirono a La Plana grazie al permesso concesso dal re Jaume I l'anno precedente, data di fondazione della città, evento che ancora oggi viene ricordato con la celebrazione delle Festas de la Magdalena, dichiarata nel 2010 di Interesse Turistico Internazionale. Dalla sua designazione a capoluogo dell'omonima provincia a metà del XIX secolo, la città si è evoluta, passando da popolazione agricola a città industriale e di servizi, grazie al successivo insediamento di varie istituzioni politiche e giudiziarie, economico, culturale e sociale che hanno contribuito alla prosperità della città. Tra gli eventi rilevanti che hanno avuto luogo negli ultimi 150 anni, spicca la firma delle Norme di Castelló, che regola il valenciano, nel 1932; la creazione dell'Università Jaume I nel 1991; o la celebrazione del torneo internazionale di golf Castelló Masters Costa Azahar, appartenente al PGA European Tour. I gentilici di questo comune, nelle sue diverse forme, sono Castellonenc, Castellonenca, Castellonencs, Castellonenques, gentilici che condivide con Castelló de Rugat (il Vall d'Albaida) e Castelló de la Ribera.

Geografia

Il centro urbano principale si trova a circa 30 m sul livello del mare ea circa 4 km dalla costa. Nel suo territorio comunale, che si estende lungo 10 chilometri di costa, è la confluenza del 40° parallelo e del 0° meridiano di Greenwich, fatto ricordato con un monolito nel Meridian Park. Il famoso matematico e astronomo francese Pierre Méchain si trasferì a Castellón per fornire la precisione al meridiano di Parigi, che a quel tempo rivaleggiava con quello di Greenwich come principale meridiano del mondo. Si stabilì nella capitale di La Plana per cercare di risolvere i conflitti di tempo e luogo, ma morì a Castelló il 20 settembre 1804. Due tipi di paesaggi si combinano: da un lato, i suoi 14 km di costa. dotato di spiagge belle e calde con un'importante offerta alberghiera, evidenziando quella di Pineda a Nord e vicinissima alla spiaggia il Parco Naturale del Parco di Pineda, e a Sud Playa del Serrallo. A 30 miglia da Grau si possono vedere le Isole Columbretes, 14 isolotti di origine vulcanica, dichiarati parco naturale protetto. Il settore settentrionale del termine costituisce il suo altro paesaggio, invaso dalle striature del nucleo montuoso della Sierra del Desert de les Palmes.

Comuni confinanti

Suolo e idrografia

Tra la montagna e il mare si distendono una serie di ghiacciai quaternari che scendono con dolce declivio verso le paludi, separate dal mare da Platja del Pinar. La costa è lunga 10 chilometri. È bassa e sabbiosa ea sud del porto è occupata dalla zona industriale di Serrallo. Il Río Sec de Borriol sorge sul versante occidentale del Desert de les Palmes e scende attraverso la Vall de Borriol. Successivamente, si adatta alla sua linea sul ghiacciaio quaternario di La Plana, dove descrive una grande curva a ovest ea nord della città, perdendosi nella palude. A ovest del termine si trovano il bacino idrico Maria Cristina e il bacino artificiale La Rambla de la Vídua poco prima che sfoci nel fiume Millars, le cui acque alimentano il tradizionale orto. Lo stagno di Menescal era un vecchio stagno