Camera dei Comuni del Regno Unito

Article

June 26, 2022

La Camera dei Comuni, ufficialmente l'Honorable Commons Commons del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord riuniti in Parlamento, è la camera bassa del Parlamento del Regno Unito. Ha sede nel Palazzo di Westminster. Il Parlamento acquista anche il monarca (il re o la regina) e una seconda camera: la camera alta o Camera dei Lord. Tuttavia, la Camera dei Comuni è la parte più importante del Parlamento. La Camera dei Comuni è eletta democraticamente. Si compone di 650 membri eletti a maggioranza (un elettore deve scegliere un candidato e vince chi ottiene il maggior numero di voti) nei vari distretti del Regno Unito per un periodo massimo di cinque anni, fino allo scioglimento del monarca Parlamento, di solito dopo quattro anni. Questi rappresentanti sono chiamati Membri del Parlamento (MP). Ogni carica elettiva rappresenta un collegio elettorale. Dal 1902, tutti i primi ministri, ad eccezione di Lord Alec Douglas-Home nel 1963 e Gordon Brown nel 2007, a un certo punto sono stati rappresentanti dei beni comuni. Inoltre, tutti i ministri dei diversi governi provengono dalla Camera dei Comuni. La Camera dei Comuni è stata fondata nel XIV secolo e da allora è esistita ininterrottamente. Il termine commons deriva dai commons francesi normanni e si riferisce alle comunità geografiche e collettive dei loro rappresentanti. All'inizio aveva meno poteri della Camera dei Lord, ma ora è la camera con i maggiori poteri legislativi del Parlamento. Nel corso del Settecento e dell'Ottocento fu l'unico organismo politico con un sistema democratico in generale. Dal 1911, il potere legislativo della Camera dei Comuni ha superato il potere della Camera dei Lord, poiché da quella data il potere di abrogare le leggi è stato rimosso dai Lord e hanno mantenuto solo il potere di suggerire emendamenti. Inoltre, il Primo Ministro rimane in carica solo mantenendo il sostegno dei Comuni e il governo del Regno Unito deve rispondere alla Camera dei Comuni quando i suoi membri lo riterranno opportuno. L'archivio della Camera dei Comuni è nella sua biblioteca.

Membri ed elezioni

Fino alle riforme del diciannovesimo secolo, i collegi erano poco popolati: le contee e le città, che per la maggior parte non avevano confini fissi, erano rappresentate da due membri ciascuna. La struttura del censimento della popolazione votante e i privilegi di origine medievale fecero sì che alcune regioni scarsamente popolate dell'Inghilterra eleggessero anche due membri del Parlamento, il che garantiva che la loro elezione fosse de facto nelle mani di un'unica famiglia di notabili registrati nella zona, come il il censimento elettorale è stato ridotto a poche persone. In questi quartieri, spesso associati ad antichi borghi e città in declino fin dal medioevo, erano chiamati borghi marci e venivano usati dai membri della nobiltà come un modo semplice per assicurarsi un seggio in Parlamento. Le riforme approvate nel corso dell'Ottocento, a partire dalla riforma del 1832, portarono ad una più uniforme distribuzione dei seggi, all'abolizione dei cosiddetti borghi marci e ad un ampliamento della popolazione votante. D'altra parte, le riforme del 1885 abolirono la maggior parte dei collegi elettorali che avevano due rappresentanti, e i pochi rimasti furono definitivamente aboliti nel 1948. Furono rimossi anche i collegi elettorali delle università, consentendo importanti università come Oxford, Cambridge e la vecchia Le università scozzesi hanno una rappresentanza in Parlamento. Attualmente, ogni collegio elegge un solo membro del Parlamento. C'è ancora una differenza tecnica tra i distretti