Bivalvi

Article

January 31, 2023

I bivalvi (Bivalvia) sono una classe di molluschi esclusivamente acquatici caratterizzati dall'avere una conchiglia composta da due parti dette valve, l'assenza di una testa e la presenza di un piede scavatore. Questa classe contiene 9.742 specie, di cui 1.320 d'acqua dolce e il resto marine. Alcuni sono adattati a vivere nella zona intertidale, come le cozze, e possono sopravvivere fuori dall'acqua per brevi periodi di tempo chiudendo le valvole. Diverse specie possono sopportare periodi di essiccazione molto lunghi; alcune unionoid australiane possono sopravvivere cinque anni nel fango secco, contiene numerose specie popolarmente conosciute e di interesse economico, come ostriche, capesante, vongole veraci, conchiglie, telline, cozze, ecc.

Caratteristiche

La dimensione dei bivalvi varia da 2 mm (alcuni pisididi e leptonoidi) a più di un metro (tridacnidi giganti). Il suo corpo è protetto da un guscio formato da due valvole anatomicamente posizionate, una su ciascun lato del corpo; le valvole sono unite da uno o due muscoli adduttori che quando si contraggono le chiudono ermeticamente. Le due valvole sono articolate in una cerniera chiamata cerniera che di solito ha denti che si adattano a quelli della valvola opposta. Il mantello e la cavità pallia sono molto larghi. Hanno una coppia di ctenidi laminari (branchie) che servono anche a catturare le particelle sospese nell'acqua, che in molte specie entrano ed escono attraverso dei tubi detti sifoni.I bivalvi non hanno una testa distinta, né tentacoli, faringe, radula o mascelle . La bocca ha un paio di palpi labiali che raccolgono piccole particelle dal sedimento o filtri. Il piede dei bivalvi è solitamente a forma di lingua, grande e muscoloso, che molti usano per scavare nel sedimento. Il cuore ha un atrio e un ventricolo; ci sono una o due aorte e diversi spazi lacunari. Il sistema nervoso è semplice, con un paio di gangli cerebroidi, due gangli viscerali e uno o due gangli del piede. Come organi di senso ci sono statocisti.

Riproduzione

La maggior parte dei bivalvi ha sessi separati, ma le specie ermafrodite non sono rare. La fecondazione è generalmente esterna. Una larva pediveliger emerge dall'uovo, tranne quando raggiunge l'età adulta per sviluppo diretto nelle camere di incubazione della madre; in quest'ultimo caso la fecondazione è interna.

Storia evolutiva

L'esplosione del Cambriano ebbe luogo da 540 a 520 milioni di anni fa. In questo breve periodo geologico, i principali phyla animali si sono discostati, compresi i primi animali con scheletri mineralizzati. Così in questo periodo apparvero brachiopodi e bivalvi che lasciarono i loro resti fossili nelle rocce Pojetaia e Fordilla sono forse due dei più antichi bivalvi. È possibile che le più vecchie Watsonella e Anabarella siano parenti stretti di questi taxa, ma non è chiaro che siano molluschi. Esistono solo cinque generi di presunti bivalvi cambriani, gli altri sono Tuarangia, Camya e Arhouriella e potenzialmente Buluniella.

Tassonomia

La tassonomia utilizzata fino a tempi recenti era quella proposta da Newell (1965), basata sulla morfologia dei denti a cerniera che uniscono entrambe le valvole. Sottoclasse AnomalodesmataPholadomyoidaSottoclasse Cryptodonta cardiola † Praecardioide † Solemyoida Sottoclasse Heterodonta †Famiglia Cycloconchidae † Famiglia Redoniidae † Famiglia Lyrodesmatidae † Ordina Hippuritoida † Ordina Myoida Ordine VeneroidaSottoclasse PalaeoheterodontaOrdine Modiomorpha † Ordina Trigonioida † Ordine Unionoida (tipiche cozze d'acqua dolce) Sottoclasse Palaeotaxodonta Ordine Nuculoida Sottoclasse Pteriomorphia (ostriche, cozze, ecc.) Ordine Arcoida Ordina Cyrtodontoida † Ordina Mitiloida Ordina Ostreoida Ordina Praecardioida † Order PterioidaLa classificazione più recente è stata pubblicata nel 2011 e ha un ampio consenso tra i malacologi, poiché è stata sviluppata da