architettura gotica

Article

November 28, 2022

L'architettura gotica è inclusa nel movimento culturale noto come arte gotica che, a sua volta, emerge in un contesto più ampio, chiamato rinascimento del XII secolo. Questo stile architettonico si estende per un lungo periodo del Medioevo e varia da luogo a luogo; si sviluppò tra la metà del XII secolo e l'inizio del XVI secolo, segnando la fine del periodo medievale. Il primo motore di questa nuova filosofia costruttiva avvenne in Francia, diffondendosi in tutta Europa in un periodo conosciuto come le grandi cattedrali.

Storia

Le teorie più tradizionali, dipendenti dalla tradizione centrista francese, presumono che il gotico sia sorto dal nulla sull'Ile de France, in una regione non particolarmente intraprendente dal punto di vista architettonico. La lealtà di Cluny e dei cistercensi al papa era una minaccia alle intenzioni nazionaliste della casa reale francese, quindi volevano il proprio stile architettonico. Il fatto è che l'abate Suger de Saint-Denis, responsabile del progetto della Basilica di Saint-Denis, media tra la regalità e la Chiesa. Suger servì, prima di tutto, i re nella loro lotta contro la nobiltà feudale nelle ambizioni internazionali dell'impero. Saint Denis si trovava al centro del dominio reale. Fu il progetto dell'abate di Suger che diede inizio allo stile gotico. La diffusione di questo è direttamente correlata all'espansione della giurisdizione del re. Le prime creazioni furono nelle città del dominio reale: Parigi, Chartres, Amiens, Reims e Bourges. Suger ha affermato la novità della sua opera architettonica in termini teologici: un nuovo coro e una nuova facciata per un nuovo edificio cristiano. Saint Denis era l'apostolo della Francia, il santo patrono nazionale. La sua chiesa suscitò i sentimenti sia dei nazionalisti che dei religiosi. Era un'architettura ricca di significati: filosofia neoplatonica e teologia cristiana. Simbolismo della luce, pensiero razionale e matematico. La croce latina è usata in analogia con il corpo umano. Il gotico non è di per sé uno stile o un sistema: utilizza l'architettura come una cattedrale romanica e nessuno dei suoi elementi strutturali è invenzione di costruttori gotici. L'arco ogivale è un'invenzione della Mesopotamia portata dai crociati in Europa e dai vichinghi in Normandia. Era usato nelle cantine e nei luoghi nascosti. In un salto concettuale, diventa uno stile maturo nel giro di 40 anni e, un secolo dopo, domina già tutta l'Europa. Le cattedrali e gli edifici stavano diventando sempre più alti. Il gotico è spesso descritto come verticale e luminoso. Il gotico ha una parete molto sottile rispetto al romanico; vi sono contrafforti che servono a sostenere gli archi e per poter resistere alla volta ogivale. La volta ogivale è nel soffitto, è un soffitto finito con un'estremità piuttosto alta e ripida.

Sistema strutturale

Nella Penisola Iberica esistono due diversi modelli architettonici gotici: il gotico francese, caratterizzato da verticalità e ornamenti, e il gotico meridionale, che domina la linea orizzontale e l'austerità decorativa. L'architettura in stile gotico nasce da un'importante modifica strutturale dell'architettura romanica. Gli edifici tipici sono i castelli fortificati, le torri di difesa e le cattedrali. Le novità sono principalmente: Volte realizzate con costoloni in pietra e mattoni nelle volte (volta a crociera), che le rende più leggere delle volte romaniche. L'arco preferenziale cessa di essere l'arco semicircolare e diventa l'arco ogivale. I contrafforti, a causa delle maggiori tensioni, si trasformano in archi - bracci esterni quasi perpendicolari alla superficie dell'edificio, che sorreggono la navata centrale nelle chiese. Gli archi ad arco sono una sorta di semiarco costruito sopra il tetto delle navate. Con questa posizione, le pressioni delle spire più alte vengono trasferite all'esterno,