Documento che dichiara l'istituzione dello Stato di Israele

Article

May 22, 2022

Il documento che dichiara l'istituzione dello Stato di Israele è un documento scritto il 14 maggio 1948, dopo la fine del mandato britannico sulla Palestina e la dichiarazione di David Ben-Gurion, CEO dell'Organizzazione Sionista Mondiale e Direttore dell'Agenzia Ebraica , l'istituzione dello stato israeliano e il ritorno del popolo ebraico in quella che lui chiamava la loro terra storica.

I firmatari del documento

Contenuto del documento

Questo documento includeva diverse spiegazioni e giustificazioni per l'istituzione dello Stato di Israele, tra cui: La giustificazione storica: è il collegamento del popolo ebraico alla Terra d'Israele, poiché in precedenza era la terra dei padri e degli antenati Una frase di questo documento è "Il popolo ebraico è cresciuto nella Terra d'Israele". La giustificazione naturale: è il diritto del popolo ebraico di avere una patria indipendente come il resto dei popoli del mondo che hanno una patria per loro.La frase "È il diritto naturale della nazione ebraica di essere una nazione in il suo stato sovrano, come tutte le altre nazioni del mondo”. Giustificazione giudiziaria/ufficiale: tutti i documenti ufficiali che provano il diritto del popolo ebraico di stabilire una patria nella terra di Palestina e di avere una patria indipendente, e questo include la Dichiarazione Balfour e la risoluzione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la frase "Questo diritto è stato riconosciuto nella Dichiarazione Balfour il secondo giorno del mese di novembre 1917." Il documento includeva anche la definizione di se stesso da parte dello Stato, in quanto si definisce uno Stato ebraico istituito principalmente per raccogliere la diaspora ebraica da ogni parte nel mondo, ed è aperto all'immigrazione ebraica, ed è uno stato ebraico che è stato istituito principalmente per il popolo ebraico. In quanto stato democratico, questa definizione crea ancora un problema fino ad oggi. Non appena lo stato afferma che è uno stato ebraico e che è aperto all'immigrazione ebraica, e appare anche nelle giustificazioni per la sua istituzione qui, il carattere etnico dello stato si rafforza in noi, ma è anche da un lato che definisce lo stato, lo stato di Israele come stato democratico che mantiene i valori e i principi democratici e crede in diversi principi, tra cui il pluralismo, l'uguaglianza e altri.C'è anche la separazione dei poteri e la restrizione dei poteri e altri, come appare nel documento: Socialmente e politicamente tra tutti i suoi sudditi, senza discriminazioni di religione, razza o genere, stabilisce la libertà di religione, lingua, cultura e istruzione, preserva tutti i luoghi santi di tutte le religioni ed è fedele ai principi della Carta di le Nazioni Unite.

L'importanza e lo stato del documento

Sebbene il documento sia un decreto di proclamazione cerimoniale che è stato annunciato all'atto dell'istituzione dello Stato di Israele e includesse indicazioni generali sui fondamenti dello stato, le giustificazioni e il carattere dello stato, non aveva lo status di costituzione vincolante perché non ha superato le fasi di legiferare la legge.