Marj Ibn Amer

Article

May 18, 2022

Marj Ibn Amer o la pianura di Zir'in (ebraico: עמק יזרעאל) "Emek Jezreel" o "Jizrael" secondo il suo nome nella Torah (Antico Testamento). È un ampio prato tra la regione della Galilea e le montagne di Nablus nel nord della Palestina storica, in particolare nel distretto settentrionale, secondo la divisione amministrativa israeliana. La sua immagine ha la forma di un triangolo con i suoi lati: Haifa, Jenin e Tiberiade. La sua lunghezza è di 40 km, la sua larghezza media è di 19 km e la sua superficie totale è di 351 km. Ci sono 39 comunità ebraiche ad Al-Marj, la più grande delle quali è la città di Afula (popolazione di circa 42mila persone) La maggior parte di queste comunità sono kibbutz cooperativi e altre comunità. Per quanto riguarda le comunità arabe, ci sono 16 villaggi arabi, ovvero: Sir, Iksal, Daburiyah, Muqaybilah, Sandala, Sulim, Kafr Misr, Dahi, Nin, Naoura, Taybet al-Marj, Tamra al-Marj, Umm al-Ghanm, Zarazir, Arab al-Shibli e Manshiyat Zabad.

etichetta

Questo prato è stato chiamato con molti nomi; I cananei la chiamavano la pianura di Jezreel in relazione al villaggio di Zir'in, e alcuni di loro la chiamavano la Grande Pianura. I romani la definirono al-Lajun, e il nome al-Lajun includeva tutti i Marj di Ibn Amer (per chiarimenti: se il sultano nomina un governatore o un principe su al-Lajjun, si intende l'intera città di Marj Ibn Amer, compreso l'embrione). Gli arabi lo chiamarono Marj Ibn Amer, dalla tribù di Bani Amer, e Bani Amer provengono dalla tribù Kalb al-Qahtaniyah. Si narra che Marj Ibn Amer fosse chiamato con questo nome in relazione ad Amer Al-Akbar Ibn Awf Al-Kalbi, il nonno di un sahabi che fu sepolto nel villaggio di Al-Dahi nella pianura di Marj Ibn Amer.

Storia

La storia di Marj Ibn Amer è stata ricca di eventi, visto che negli anni passati è stato testimone di aspre battaglie, tra cui la battaglia di "Megiddo" con Thutmose III, che conquistò Megiddo e la conquistò. Non è raro che un comandante si avventuri nel suo esercito come si è avventurato con il suo esercito. Un'altra battaglia che ebbe luogo a Lajjun, ed è considerata una delle più grandi battaglie che ebbero luogo tra l'esercito britannico e quello ottomano.Alcuni di coloro che vissero questa battaglia o vi parteciparono riferirono che più di 1.000 soldati furono uccisi dal Esercito ottomano tra Lajjun e Afula. L'esercito ottomano fu valoroso nella terra di al-Lajjun, e i suoi ufficiali turchi e arabi iniziarono a esortare i loro soldati a perseverare e ad essere martirizzati per la causa di Dio, e cantavano: "Dio è grande, Dio è grande, o Signore, sostieni la religione di Maometto e sostieni l'esercito del Sultano”. I soldati hanno difeso questo paese, quindi hanno ricevuto i cannoni