Mahmud Tawalbeh

Article

June 26, 2022

Mahmoud Ahmed Mahmoud Tawalbeh (19 marzo 1979 - 20 aprile 2002) è stato il comandante delle Brigate Al-Quds, l'ala militare del movimento della Jihad islamica in Palestina, e uno dei leader più importanti nella battaglia per difendere i profughi di Jenin campo.

La sua vita

Mahmoud Tawalbeh è nato nel campo di Jenin il 19 marzo 1979 dC Ha ricevuto la sua educazione di base e preparatoria presso la scuola UNRWA prima di dedicarsi a lavorare nel campo delle costruzioni, in un negozio nella città di Jenin. Mahmoud Tawalbeh era noto per il suo impegno religioso e ha partecipato ad attività di advocacy religiosa. sposato con S. Jawdat Abu al-Wafa ha avuto due figli, un maschio e una femmina, e la ragazza è stata chiamata (Doaa) e un figlio è stato chiamato (Abdullah) e la vita di Tawalba è rimasta normale fino allo scoppio dell'Intifada di Al-Aqsa.

Mahmoud Tawalbeh e l'Intifada di Al-Aqsa

Dopo l'inizio dell'Intifada di Al-Aqsa nel 2000, è iniziato il ruolo distinto di Tawalbeh in questa rivolta, quindi si è unito ai ranghi del movimento della Jihad islamica dopo aver conosciuto Muhammad Bisharat, uno dei combattenti della Jihad islamica, e ha iniziato a partecipare a operazioni di tiro ai posti di blocco dell'occupazione israeliana e sulle tangenziali che li attraversavano, auto di coloni ebrei e meccanismi dell'esercito israeliano. Dopo un periodo di azione militare nei ranghi delle Brigate Al-Quds, Tawalbeh divenne il comandante delle Brigate Al-Quds nel campo di Jenin, e preparò molti dei guerriglieri che si stavano facendo esplodere all'interno dell'interno palestinese occupato, e queste operazioni hanno provocato la morte di circa 38 morti e 263 feriti tra i sionisti. L'Autorità Palestinese lo ha arrestato nel 2001, e questo incidente è stato seguito da diverse manifestazioni davanti al centro di sicurezza dove era detenuto, e l'Autorità lo ha trasferito in un altro centro di detenzione a Tulkarm. Successivamente, l'esercito di occupazione israeliano ha bombardato la prigione di Tulkarm con l'obiettivo di eliminare coloro che vi si trovavano e Tawalbeh è riuscito a fuggire. Successivamente, Tawalbeh è stato sottoposto a diversi tentativi di omicidio da parte dell'esercito di occupazione israeliano, tutti falliti, ed è stato considerato uno degli uomini più ricercati da Israele in Cisgiordania.

Equilibrio di terrore invece di equilibrio di potere

Mahmoud Tawalbeh credeva nell'idea di bilanciare il terrore con l'esercito di occupazione israeliano invece di bilanciare l'equipaggiamento, quindi pianificò e studiò come porre fine all'occupazione israeliana e trovò le operazioni di guerriglia come un modo ideale per bilanciare il terrore, quindi inviò diversi guerriglieri all'interno della Linea Verde. Tawalbeh è specializzata nella produzione di esplosivi, ordigni esplosivi improvvisati, cinture esplosive e bombe a mano. Il prigioniero Thabet Mardawi, uno dei combattenti del campo di battaglia di Jenin, afferma: ((Per quanto riguarda il materiale esplosivo necessario per preparare i vari tipi di bombole, i nostri sforzi si sono concentrati sulla preparazione di un materiale resistente e in quantità enormi rispetto a il fattore tempo e capacità.