madrelingua

Article

June 27, 2022

La prima lingua, la lingua madre (conosciuta anche come lingua franca o L1), è la lingua a cui una persona è stata esposta sin dalla nascita o durante il periodo critico. In alcuni paesi, il termine madrelingua o si riferisce alla lingua del proprio gruppo etnico piuttosto che alla propria lingua madre. A volte viene usato il termine "lingua materna" o la lingua che una persona ha imparato da bambino (di solito dai suoi genitori). I bambini che crescono in case bilingui, secondo questa definizione, possono avere più di una lingua materna o madrelingua. La prima lingua di un bambino fa parte dell'identità personale, sociale e culturale di quel bambino. Un altro effetto della prima lingua è che porta una riflessione e l'apprendimento di modelli sociali di successo di agire e parlare. È anche il principale responsabile della distinzione della competenza linguistica nella rappresentazione. Mentre alcuni sostengono che non esiste un "madrelingua" o un "madrelingua", è importante comprendere i termini di base e capire cosa significa essere un "non madrelingua" e il effetti che può avere sulla vita di una persona. La ricerca indica che mentre un non madrelingua può sviluppare la padronanza di una lingua target dopo circa due anni di immersione, il bambino può impiegare dai cinque ai sette anni per essere allo stesso livello lavorativo delle sue controparti madrelingua. Il 17 novembre 1999, l'UNESCO ha designato il 21 febbraio come Giornata internazionale della lingua madre.

Definizioni

Una delle definizioni ampiamente accettate di madrelingua è che sono nati in un determinato paese (e) sono cresciuti parlando la lingua di quel paese durante il periodo critico del loro sviluppo. Una persona è considerata un "madrelingua" di una lingua essendo nata e immersa nella lingua durante la giovinezza, in una famiglia in cui gli adulti condividono un'esperienza linguistica simile a quella di un bambino. I madrelingua sono considerati un'autorità nella loro lingua particolare a causa del loro naturale processo di acquisizione della lingua, al contrario dell'apprendimento della lingua più avanti nella vita. Ciò si ottiene attraverso l'interazione personale con la lingua e i suoi parlanti. I madrelingua non avranno necessariamente familiarità con ogni regola grammaticale di una lingua, ma avranno una buona "intuizione" per le regole attraverso la loro esperienza con la lingua. Si ritiene che la designazione "lingua materna", nel suo uso generale, sia imprecisa e soggetta a varie interpretazioni linguisticamente distorte, in particolare per quanto riguarda i bambini bilingui provenienti da gruppi etnici minoritari. Molti studiosi definiscono la "lingua materna" sulla base dell'uso comune, della relazione emotiva di chi parla con la lingua e persino del suo predominio in relazione all'ambiente. Tuttavia, i tre criteri mancano di accuratezza. Per molti bambini la cui lingua madre è diversa dalla lingua dell'ambiente (