pianeta

Article

August 15, 2022

Un pianeta è definito dall'Unione Astronomica Internazionale come un corpo celeste che orbita attorno a una stella o al resto di una stella nel cielo ed è abbastanza grande da essere quasi rotondo a causa della sua forza gravitazionale, ma non abbastanza massiccio da consentire la fusione termonucleare e può libera la sua orbita da pianeti embrionali o asteroidi. La parola "pianeta" è antica ed è associata a diversi aspetti storici, scientifici, superstiziosi e religiosi. Molte civiltà antiche consideravano i pianeti come simboli sacri o messaggeri divini, e alcuni nel nostro tempo credono ancora nell'astrologia, che si basa sul effetto del movimento dei pianeti sulla vita umana, nonostante il fatto che la scienza si opponga ai risultati di questa scienza, ma le idee delle persone sui pianeti sono completamente cambiate con lo sviluppo dell'intellettuale scientifico nell'era moderna e l'unione di una serie di motivi diversi , e finora non esiste una definizione unificata del significato di pianeta, nel 2006 l'Unione Astronomica Internazionale ha approvato una decisione ufficiale che definisce il significato dei pianeti Nel sistema solare, questa definizione è stata ampiamente accolta e criticata allo stesso tempo, e questo definizione è ancora controversa tra alcuni studiosi. Tolomeo credeva che la Terra fosse il centro dell'universo e che tutti i pianeti ruotassero attorno ad essa in un'orbita circolare. Sebbene l'idea dell'eliocentrismo sia stata avanzata molte volte, non è stata dimostrata da prove scientifiche fino al XVII secolo quando lo scienziato italiano Galileo Galilei poté osservare il sistema solare attraverso il telescopio astronomico da lui inventato. Lo scienziato tedesco Johannes Kepler, dopo un'attenta analisi delle osservazioni astronomiche, dimostrò che le orbite dei pianeti sono ellittiche anziché circolari. Con lo sviluppo di dispositivi di monitoraggio, gli astronomi hanno scoperto che tutti i pianeti, compresa la Terra, ruotano attorno al proprio asse, ma con una leggera inclinazione. Con l'inizio dell'era spaziale, l'uomo ha scoperto, dopo aver esaminato campioni di suolo provenienti da pianeti attraverso dispositivi di sonde spaziali, diverse proprietà comuni tra la Terra e altri pianeti, come la natura vulcanica, la presenza di uragani, la tettonica (il processo di deformazione che cambia la forma della crosta terrestre, causando continenti e montagne) e persino l'idrologia. Dal 1992, dopo la scoperta di centinaia di pianeti extrasolari (ovvero orbitano attorno ad altre stelle), gli scienziati si sono resi conto che tutti i pianeti della Via Lattea condividono molte proprietà con la Terra. I pianeti sono generalmente divisi in due tipi principali: pianeti maggiori, che sono pianeti giganti fatti di gas a bassa densità, e pianeti più piccoli di natura rocciosa, come la Terra. Secondo le definizioni dell'Unione Astronomica Internazionale,