Leader supremo della rivoluzione islamica

Article

May 18, 2022

La costituzione iraniana colloca il Leader della Rivoluzione islamica, o il "guardian al-faqih", o ciò che viene fatto circolare dai media arabi come il "leader supremo della rivoluzione islamica". nella costituzione iraniana. Il "Comando della Rivoluzione" è l'organo che determina le politiche pubbliche e sovrintende al funzionamento delle tre autorità del Paese. Tuttavia, il Consiglio della Shura iraniana è l'organo costituzionalmente autorizzato a emanare leggi e leggi e la Presidenza della Repubblica è l'esecuzione agenzia per quelle leggi.

Leader sotto la Costituzione

L'articolo 5 della costituzione iraniana afferma che l'autorità e l'imamato della nazione nella Repubblica islamica dell'Iran durante il periodo dell'assenza dell'Imam al-Mahdi (il dodicesimo imam secondo gli Imami sciiti): è nelle mani di un giurista giusto, pio, che conosce gli affari del suo tempo, è valoroso ed è competente nell'amministrazione e nella direzione, che assume questa carica a norma dell'articolo 107, e lo stesso articolo sancisce l'eguaglianza del capo con la gente comune davanti alla legge. L'articolo 109 stabilisce le condizioni che devono essere soddisfatte da un leader, come segue: La competenza scientifica necessaria per emettere fatwa in vari campi della giurisprudenza. La giustizia e la pietà necessarie alla guida della Ummah islamica. Corretta visione politica e sociale, misura, coraggio, competenza amministrativa e sufficiente capacità di guida. E quando c'è una molteplicità di coloro che soddisfano le suddette condizioni, è preferibile che abbiano una visione giurisprudenziale e politica più forte di altri.

Compiti e poteri del leader

L'articolo 110 stabilisce i doveri e i poteri del comandante come segue: Determinazione delle politiche generali del regime della Repubblica islamica dell'Iran dopo aver consultato l'Expediency Council. Supervisionare il corretto svolgimento delle politiche generali del sistema. Emanazione dell'ordinanza referendaria. Comando Generale delle Forze Armate. Dichiarazione di guerra e pace e allarme generale. Nomina, revoca e accettazione delle dimissioni di: i giuristi del Consiglio dei Guardiani, il più alto funzionario della magistratura, il capo della Radio and Television Corporation della Repubblica islamica dell'Iran, il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, il Comandante in -Capo del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica, e i comandanti supremi delle forze armate e delle forze di sicurezza interna. Risolvi le differenze e organizza i rapporti tra le tre autorità. Risolvi i problemi del sistema - che non possono essere risolti con i metodi convenzionali - attraverso l'Expediency Council. Firma l'inaugurazione del Presidente della Repubblica dopo la sua elezione da parte del popolo. Per quanto riguarda l'eleggibilità dei candidati alla Presidenza della Repubblica in termini di soddisfacimento delle condizioni elencate in questa Costituzione in essi, devono ottenere l'approvazione del Consiglio dei Guardiani prima di entrare nella Costituzione.