Ghada Samman

Article

May 22, 2022

Ghada Ahmed Al-Samman (nata nel 1942) è una scrittrice e scrittrice siriana. È nata a Damasco da una famiglia Shami. Ha pubblicato la sua prima raccolta di racconti, "Your Eyes, My Destiny" nel 1962, ed è stata considerata una delle scrittrici femministe apparse in quel periodo, come Colette Khoury e Laila Baalbaki, ma Ghada ha persistito ed è stata in grado di presentare una e una letteratura distinta che l'ha portata fuori dal quadro ristretto dei problemi delle donne e dei movimenti femministi verso gli orizzonti sociali Psicologici e umani.

La sua infanzia e la sua educazione

Ghada nacque a Damasco da una famiglia levantina borghese; Suo padre è il dottor Ahmed al-Samman, che è stato il presidente dell'Università siriana e ha servito per un po' come ministro dell'Istruzione in Siria, ed è stata molto colpita da lui a causa della morte di sua madre quando era giovane. Suo padre era un amante della scienza e della letteratura mondiale, e allo stesso tempo appassionato di eredità araba, e tutto ciò conferiva alla personalità letteraria e umanitaria di Ghada dimensioni molteplici e variegate. Si dice che sia imparentata con il poeta siriano Nizar Qabbani, ha studiato alla scuola francese di Damasco (Lycée) e si è laureata presso di essa, poi si è trasferita per imparare l'arabo nelle scuole statali. Nel 1962 pubblicò la sua prima raccolta di racconti, "I tuoi occhi è il mio destino". Aveva 20 anni. Fu in grado di presentare una letteratura diversa e distinta che la portò fuori dal quadro ristretto dei problemi delle donne e dei movimenti femministi per orizzonti sociali, psicologici e umani, è entrata a far parte dell'Università Siriana di Damasco dove si è laureata nel 1963 e si è laureata Ha conseguito una laurea in Letteratura inglese, e un master in teatro dell'assurdo presso l'Università americana di Beirut, poi un dottorato presso l'Università del Cairo. Ha lavorato come insegnante di lingua inglese nella scuola secondaria di Damasco, e come bibliotecaria, ha lavorato anche come scrittrice nella rivista (Al-usbu' al-Arabi), (Al-Hadath) e altri. Ha lavorato nel stampa, e il suo nome è diventato più importante ed è diventata una delle stelle più importanti della stampa lì quando Beirut era un centro di irradiazione culturale. Successivamente, è apparso nella sua seconda raccolta di racconti, "No Sea in Beirut" nel 1965. Nel 1978, con l'aiuto del marito, ha fondato una casa editrice chiamata (Ghada El-Samman Publications).La sua personalità letteraria arrivando a conosce le fonti della letteratura e della cultura lì, e l'impatto di questo è apparso nel suo terzo gruppo, "The Night of Strangers" nel 1966, che ha mostrato una grande maturità nella sua carriera letteraria e ha reso importanti critici all'epoca come Mahmoud Amin Al- Alam riconosce lei e la sua eccellenza. Sebbene il suo orientamento ideologico sia più vicino al liberalismo occidentale, potrebbe aver mostrato una tendenza all'epoca verso le tendenze di sinistra prevalenti all'epoca in alcune città arabe e visitò Aden nello Yemen del Sud durante la sua era di passaggio