Ali Zine El Abidine

Article

June 26, 2022

Ali Zain al-Abidin, noto anche come Ali al-Sajjad, il suo nome è Ali ibn al-Husayn ibn Ali ibn Abi Talib, soprannominato “Abu Muhammad”, (è nato il 5 di Sha'ban 38 AH a Medina e morì lì il 25 di Muharram dell'anno 95 AH); È il quarto imam degli sciiti in tutte le loro sette.Il periodo in cui visse Ali bin Al Hussein fu testimone di molti eventi accaduti nella storia islamica, tra cui la battaglia di Karbala, dove era presente, durante la quale suo padre Al Hussein bin Ali e gli uomini della sua famiglia furono uccisi, ma a causa della sua malattia non poté partecipare ai combattimenti. , così come l'incidente di Al-Hurra, la rivoluzione dei pentiti, e la rivoluzione di Al-Mukhtar Al-Thaqafi. Esiste un gruppo di antichità attribuito ad Ali bin Al-Hussein, ovvero: Al-Sahifa Al-Sajjadiyah, che contiene espressioni devozionali, e si colloca al secondo posto nella setta sciita dopo il libro di Ali bin Abi Talib Nahj al-Balagha. E la Lettera dei diritti e i Quindici Soliloqui, la Du'aa di Abu Hamza Al-Thumali e la poesia "Not Al Gharib" oltre a: il libro di Ali Bin Al Hussein, un diwan attribuito ad Ali Bin Al Hussein, e un Corano scritto a mano.

Rapporto

Egli è: Ali Bin Al Hussein Bin Ali Bin Abi Talib Bin Abdul Muttalib Bin Hashem Bin Abd Manaf Bin Qusay Bin Kilab Bin Murrah Bin Ka'b Bin Louay Bin Ghalib Bin Fahr Bin Malik Bin Al Nadr, nonno di Quraish Bin Kinanah Bin Khuzayma Bin Madrakah Bin Elias Bin Mudar Bin Nizar Bin Maad Bin Adnan. Mi chiamavo Abu al-Hasan, e Abu Muhammad, e uno dei suoi soprannomi con cui era conosciuto è Zain al-Abidin, e il maestro della prostrazione e dei fedeli, e al-Sajjad. Gli storici differivano per sua madre, il suo nome e la sua origine, e la maggior parte dei nomi che circolavano per lei sembrano arabi.Si diceva che si chiamasse Fatima, si diceva Barra, si diceva Harar, si diceva Khawla, si diceva si diceva Ghazala, si diceva Salafa, si diceva Salama e un'altra formulazione di Salama, si diceva Maryam, si diceva Sadara, e si diceva che la sua origine sia ugualmente, come c'è chi ha detto che fosse uno straniero dalla prigionia di Sindh e un altro ha detto che proveniva dalla prigionia di Kabul, e ci sono detti molto tardi che contraddicevano i precursori e dicevano che era Shahrbanu, la figlia di Yazdgerd III, l'ultimo re dei Persiani e nipote di Khosrau II, e questi sono detti che non sono stati menzionati nei libri del primo, e sono apparsi dopo l'emergere del populismo, e molti hadith sono stati inseriti su questo detto. Muhammad bin Saad al-Baghdadi e Abu Muhammad bin Qutaiba al-Dinuri hanno affermato che è una donna del Sindh. Mortada al-Mutahari e Jaafar Shahidi hanno respinto i resoconti del matrimonio di al-Hussein con Shahrbanu e li hanno considerati come hadith inventati e errati e come invadenti nei libri sciiti.

I suoi figli

La sua biografia secondo Ahl al-Sunnah wal-Jamaa'ah

Tra la gente della Sunnah, è una delle persone della famiglia, e Ibn Al-Hussain è il maestro della giovinezza del popolo del Paradiso, e la sua famiglia è una di loro. Eccelleva a livello scientifico e religioso, come imam nella religione e come faro.