Abdul Amir Al-Hamdani

Article

May 18, 2022

Abdul Amir Ghaleb Al-Hamdani (1967 - 29 aprile 2022) è un politico iracheno, nato nel Governatorato di Dhi Qar nel distretto di Fahd, assegnato al Ministero della Cultura, del Turismo e delle Antichità nel governo di Adel Abdul Mahdi. lottare con la malattia.

La sua biografia

È nato nel Governatorato di Dhi Qar nel 1967.

Livello di istruzione

Nel 1987 ha conseguito una laurea in archeologia antica presso il Dipartimento di Archeologia dell'Università di Baghdad e un Master in Archeologia e Antropologia presso la State University di New York a Stony Brook, USA, nel 2013. La tesi è stata dal titolo “Economic , relazioni politiche e spaziali tra villaggi e città in Sumer all'inizio del secondo millennio a.C. Nascita” e ha conseguito un dottorato nella stessa specializzazione e università nel 2015 con il titolo della tesi “Paesi ombra - Effetti delle dinastie regnanti nella Paludi della Mesopotamia meridionale”.

Posizioni e compiti

Ha insegnato presso la citata università nell'ambito dei requisiti per il conseguimento del dottorato, insegnando: civiltà comparate, scienza e tecnologia nelle società antiche, rivoluzione agricola, tutela e conservazione del patrimonio mondiale e lingua araba. Nel 2001 è stato nominato scavatore di antichità presso l'Autorità generale per le antichità e il patrimonio. È diventato Direttore delle Antichità nel Governatorato di Dhi Qar per il periodo dal 2003 al 2010, dove ha guidato un team per rilevare e documentare i siti archeologici dal 2003 al 2010 ed è stato in grado di visitare e documentare un totale di 1.200 tumuli archeologici nel Governatorato di Dhi Qar e parti dei governatorati vicini e includeva aree che non erano state precedentemente rilevate come le aree delle paludi meridionali, il deserto occidentale e le aree a est del fiume Gharraf. Ha condotto scavi in ​​numerosi siti archeologici con le missioni nazionali e internazionali che hanno operato in Iraq dopo il 2003. Ha contribuito durante e dopo l'invasione americana dell'Iraq per garantire la protezione dei siti archeologici nel Governatorato di Dhi Qar conducendo pattuglie di protezione giornaliere per i siti presi di mira al fine di fermare i saccheggi. Ha restituito all'Iraqi Museum circa 30.000 antichità rubate o preparate per il contrabbando da siti archeologici.Nel 2004 ha contribuito alla formazione di una forza irachena per proteggere i siti archeologici nel Governatorato di Dhi Qar. Dal 2012 al 2015 ha preparato un database e un atlante digitale dei siti archeologici in Iraq utilizzando mappe, rilievi e fotografie aeree ad alta risoluzione precedenti. Contribuito alla preparazione del dossier di candidatura delle città di Ur, Eridu, Uruk e delle Paludi per la Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Ha partecipato a numerose conferenze nazionali e internazionali sulle antichità e ha tenuto conferenze in molte università europee e americane sulle antichità irachene. Redattore capo della rivista di letteratura sumerica 2005- Membro della Società Archeologica in Iraq e dell'Unione dei Giornalisti in