Rovaniemi

Article

May 22, 2022

Rovaniemi è una città finlandese. La capitale amministrativa e il centro commerciale della regione della Lapponia, nel nord del paese. Si trova vicino al Circolo Polare Artico e tra le colline di Onasavara Korkalovara, alla confluenza del fiume Kimiyuki e del suo più grande affluente, Onasyuki. La città è stata fusa con Rovaniemi dalla circostante Malaiskunta (Comune rurale di Rovaniemi) in un'unica entità con effetto dal 1 gennaio 2006. Il nuovo comune ha una superficie di 8.017,19 km² e una popolazione di circa 60.025 residenti. È una delle città più grandi del mondo per area, anche se molte sono coperte da foreste. La leggenda narra che Babbo Natale (Babbo Natale) viva in città.

Nome

"Rova" è spesso considerata la prima parte del nome Rovaniemi di origine semitica.Il vocabolo Sami "roavve" indica una collina pedemontana, una collina boscosa, o l'antico luogo di un incendio boschivo. Tuttavia, nei dialetti semitici meridionali, "rova" significa un mucchio di pietre, un masso o un gruppo di rocce lungo le rapide, o anche una stufa per sauna. La parte "niemi" del nome significa "penisola".

Storia

Potrebbe esserci stato un insediamento continuo nella regione di Rovaniemi sin dall'età della pietra. La bonifica periodica di nuove terre per la coltivazione e la pratica della coltivazione slash-and-burn iniziò intorno al 750-530 a.C. Le antichità trovate nella regione indicano che c'era un numero crescente di viaggiatori provenienti dalla Carelia nell'est del paese, da Hami nel sud e dalla costa dell'Oceano Artico nel nord del paese. Devono aver iniziato lì dal 500 d.C. in poi. I Sami sono gli indigeni della Lapponia. Lo sfruttamento delle risorse naturali della Lapponia nel XIX secolo alimentò la crescita di Rovaniemi. I siti di disboscamento sono vasti e la corsa all'oro ha attirato migliaia di persone in Lapponia. Come l'estrazione e l'aumento delle risorse naturali, Rovaniemi è diventata il centro degli affari della provincia della Lapponia. Durante la seconda guerra mondiale, dopo che la Finlandia firmò l'armistizio, Mosca si trovò coinvolta nella guerra di Lappe con la sua ex alleata Germania, all'inizio di ottobre 1944 le forze tedesche presero in ostaggio 130 civili finlandesi da Rovaniemi, 24 dei quali donne, oltre a 132 dalla vicina Kemi, e minacciò di ucciderli a meno che l'esercito finlandese non avesse rilasciato i tedeschi catturati a Tornio. Tuttavia, i finlandesi "si rifiutarono di obbedire e minacciarono di vendicarsi uccidendo prigionieri di guerra tedeschi, e gli ostaggi furono rilasciati illesi l'11 ottobre, vicino a Rovaniemi. Successivamente, i tedeschi praticarono una politica della "terra bruciata" in Labonia, poiché circa il 90% di tutte le proprietà della città fu distrutta dalle forze tedesche. La ricostruzione di Rovaniemi iniziò nel 1946. Molti edifici pubblici e privati ​​progettati dall'architetto finlandese Alvar Aalto furono costruiti in