Movimento nazionale irlandese

Article

May 18, 2022

The Irish National Movement, un movimento politico nazionale che sottolinea che il popolo irlandese costituisce una nazione e abbraccia l'idea di uno stato-nazione irlandese sovrano sull'isola d'Irlanda. Il nazionalismo irlandese celebra la cultura irlandese, in particolare la lingua irlandese, la letteratura, la musica e lo sport nazionale. Il movimento nazionalista irlandese prese slancio durante l'era in cui tutta l'Irlanda fu annessa al Regno Unito, il che portò alla secessione della maggior parte dell'isola irlandese dal Regno Unito nel 1921. I nazionalisti irlandesi sostengono che il dominio straniero è sempre stato un ostacolo agli interessi nazionali del popolo irlandese. Politicamente, il movimento nazionalista irlandese ha aperto la strada all'emergere di molte diverse fazioni che hanno contribuito al conflitto, che spesso ha preso una svolta violenta in tutta l'isola. Vale la pena notare che il principale fattore di divisione che influenza il nazionalismo in Irlanda è di natura religiosa. La maggior parte degli isolani sono cattolici romani, che rappresentano la sezione che si separò dal Regno Unito, mentre la maggioranza nella parte settentrionale dell'isola sono protestanti che hanno votato per rimanere nel Regno Unito. Dalla spartizione dell'Irlanda, il termine movimento nazionalista irlandese è arrivato a riferirsi all'unificazione dell'Irlanda.

data

Primi sviluppi

In generale, l'ascesa del movimento nazionale irlandese è attribuita al revival rinascimentale del concetto di patria e al conflitto religioso tra la Riforma protestante e la Controriforma cattolica. In questo primo periodo del XVI secolo, il nazionalismo irlandese rappresentava un perfetto esempio di coesione gaelico irlandese e normanna per una causa comune, all'insegna del cattolicesimo e dell'identità civica irlandese ("credo e paese d'origine"), nella speranza di preservare il loro paese e gli interessi nazionali dalle forze protestanti anglo-irlandesi sostenute dall'Inghilterra. Questa visione nazionalista ha cercato di colmare l'abisso etnico che esisteva tra il popolo gaelico (nativo irlandese) e gaelico (normanno) e aveva lasciato il segno nella vita irlandese dal XII secolo. Molti indigeni irlandesi (galli) e irlandesi normanni (iberno-normanni) ) rimase cattolica. Il movimento di insediamento irlandese spogliò molti dei proprietari terrieri cattolici originari delle loro fattorie e le diede a coloni protestanti dall'Inghilterra e dalla Scozia. Inoltre, ha assistito all'insediamento di Ulzer-