Jamal Abdulnasser

Article

May 18, 2022

Gamal Abdel Nasser (15 gennaio 1918 - 28 settembre 1970), è il secondo presidente dell'Egitto. Ha preso il potere dal 1956 fino alla sua morte. È uno dei leader della rivoluzione del 23 luglio 1952 che rovesciò il re Farouk (l'ultimo sovrano della famiglia Muhammad Ali), che servì come vice primo ministro nel suo nuovo governo. Gamal Abdel Nasser è salito al potere, e poi il presidente Mohamed Naguib è stato posto agli arresti domiciliari, dopo le crescenti differenze tra Naguib e il Consiglio del Comando Rivoluzionario, Abdel Nasser, dopo la rivoluzione, si è dimesso dalla sua posizione nell'esercito e ha assunto la carica di primo ministro , poi fu eletto Presidente della Repubblica il 25 giugno 1956, secondo il referendum tenutosi il 23 giugno 1956. Le politiche neutrali di Nasser durante la Guerra Fredda misero a dura prova le relazioni con le potenze occidentali, che ritirarono i finanziamenti per l'Alta Diga, che Nasser stava progettando di costruire. Abdel Nasser ha risposto a questo nazionalizzando la Compagnia del Canale di Suez nel 1956, che è stata ben accolta in Egitto e nel mondo arabo. Di conseguenza, Gran Bretagna, Francia e Israele occuparono il Sinai ma si ritirarono sotto la pressione internazionale; Ciò ha notevolmente migliorato la posizione politica di Nasser. Da allora, la popolarità di Nasser nella regione è cresciuta in modo significativo e le richieste di unità araba sono aumentate sotto la sua guida, e questo è stato ottenuto con la formazione della Repubblica Araba Unita con la Siria (1958 - 1961). Nel 1962, Nasser iniziò una serie di decisioni socialiste e riforme di modernizzazione in Egitto. Nonostante le battute d'arresto della sua causa nazionalista araba, nel 1963 i sostenitori di Nasser erano saliti al potere in diversi paesi arabi. Ha partecipato alla guerra civile yemenita in quel momento. Nasser introdusse una nuova costituzione nel 1964, lo stesso anno in cui divenne presidente del Movimento internazionale dei non allineati. Nasser iniziò il suo secondo mandato presidenziale nel marzo 1965 dopo essere stato eletto senza opposizione. Questa è stata seguita dalla sconfitta dell'Egitto da parte di Israele nella Guerra dei sei giorni del 1967. Nasser si è dimesso da tutte le sue posizioni politiche a causa di questa sconfitta, ma ha ritirato le sue dimissioni dopo che le manifestazioni di massa hanno chiesto il suo ritorno alla presidenza. Tra il 1967 e il 1968, Nasser si nominò primo ministro in aggiunta alla sua posizione di presidente e lanciò una guerra di logoramento per riconquistare le terre perse nella guerra del 1967. Iniziò il processo di depoliticizzazione dell'esercito e promulgò una serie di riforme politiche liberali . Dopo la conclusione del vertice della Lega Araba nel 1970, Nasser morì per un attacco di cuore. Al suo funerale hanno partecipato più di cinque milioni di persone al Cairo. I suoi sostenitori oggi lo considerano un simbolo della dignità araba, dell'unità e degli sforzi antimperialisti; Mentre i suoi avversari lo descrivono come un autoritario e criticano le violazioni dei diritti umani del suo governo. Esposizione Abdel-Nass