Monte Carmelo

Article

May 18, 2022

Il Monte Carmelo (in ebraico: הַר הַכַּרְמֶל) o Monte Mar Elias è una catena montuosa nel nord della Palestina occupata / Stato di Israele. È una montagna costiera che si affaccia sul Mar Mediterraneo, sul porto di Haifa e sul Golfo di Acri. È considerato l'estremità settentrionale dei Monti Nablus. La montagna ha la forma di un triangolo, la sua testa è a nord-ovest e la sua base è a sud-est, e la vetta più alta in essa è la vetta di Ain al-Hayek e la sua altezza è di circa 600 metri. l'attuale città di Haifa si trova sul Monte Carmelo, così come alcuni villaggi come Jaba, Umm al-Zeinat, Ijzim e Ashsh al-Carmel. La catena è protetta nel programma UNESCO Man and Biosphere. Le montagne del Carmelo sono state colpite da un enorme incendio, che è un grande disastro il 2 dicembre 2010, e diversi paesi hanno partecipato allo spegnimento di questo enorme incendio.

Struttura geologica

Il Monte Carmelo è dominato da rocce calcaree, oltre a piccole macchie sparse di rocce vulcaniche e rocce di calcare tenero e suolo sedimentario, dove abbondano i fossili. La montagna è piena di crepe e ce ne sono più di venti. La più importante di queste faglie è la faglia di Jenin-Haifa, che ha causato la formazione del ripido terreno montuoso che domina la pianura di Marj Ibn Amer e la pianura di Acre-Haifa, e ciò ha causato l'innalzamento della montagna nelle sue parti orientali più che in quelle occidentali parti. Ci sono valli scanalate sulla montagna. Sono valli corte, semidritte, a doppio drenante con pochi affluenti sul versante nord-orientale, e più lunghe e numerose con affluenti sul versante sud-occidentale. Querce, querce e mandorli selvatici ricoprono il Monte Carmelo, così come uva, olive e mandorle.

Storia

Storia del Paleolitico

Il Monte Carmelo è di grande importanza nella storia, risalente al Paleolitico. Le autorità del mandato britannico furono le prime a commissionare ad alcuni cercatori d'oro l'esecuzione di scavi in ​​alcune grotte. Nella grotta (Al-Wad) sono stati trovati strumenti di selce con una forma prevalentemente a mezzaluna che venivano usati come cucchiaio, coltello o raschietto, e un pezzo di osso inciso su di esso era un piccolo vitello che allattava la mammella di sua madre. Inoltre, alcuni scheletri umani sono stati trovati nella grotta di Tabun e nella grotta di Sukhul, che sono collegamenti dell'evoluzione tra i Neanderthal e gli umani moderni. Ci sono tracce risalenti alla media età della pietra che indicano che i Natufiani (attribuiti alle grotte del Natuf a nord di Gerusalemme), la cui civiltà era concentrata sulla costa, abitassero anche le grotte del Monte Carmelo, poi altre civiltà li seguirono, come i Cananei e altri. I cananei stabilirono alcune delle loro città e villaggi nelle regioni vicine, come al-Tantura e Cesarea, e costruirono la vecchia Haifa molto vicino all'attuale Haifa.