Visa

Article

May 18, 2022

Visto: in latino significa carta per il visto. Si tratta di una licenza condizionale concessa da un Paese a uno straniero che può entrare, soggiornare o uscire dal suo territorio. I visti di solito includono restrizioni sulla durata del soggiorno dello straniero, le regioni all'interno del paese in cui possono entrare, le date di ingresso, il numero di visite consentite e se l'individuo ha la capacità di lavorare nel paese in questione. I visti sono legati alla richiesta di autorizzazione all'ingresso nell'area, e quindi nella maggior parte dei paesi differiscono dall'effettivo permesso ufficiale per uno straniero di entrare e rimanere nel paese. Il visto è di volta in volta soggetto al permesso di ingresso da parte del funzionario dell'immigrazione al momento dell'ingresso effettivo e può essere revocato in qualsiasi momento. La prova del visto spesso assume la forma di un adesivo approvato sul passaporto o su un altro documento di viaggio del richiedente, ma può anche esistere elettronicamente. Alcuni paesi non rilasciano più prove effettive del visto e registrano semplicemente i dettagli nei database sull'immigrazione. Storicamente, i funzionari dell'immigrazione erano autorizzati a consentire o negare l'ingresso ai visitatori all'arrivo al confine. Se l'ingresso è consentito, il funzionario rilascerà un visto, se necessario, che sarà un timbro sul passaporto. Oggi i viaggiatori che desiderano entrare in un altro paese devono richiedere in anticipo quello che viene anche chiamato visto, a volte di persona presso un ufficio consolare, per posta o online. Un visto recente può essere un adesivo o un timbro sul passaporto, una registrazione elettronica dell'autorizzazione o un documento separato che il richiedente può stampare prima dell'ingresso ed emettere all'ingresso nel paese che sta visitando. Alcuni paesi non richiedono ai visitatori di richiedere un visto prima di brevi visite. Prima dell'arrivo, ai paesi viene data l'opportunità di considerare le circostanze del richiedente, come la sicurezza finanziaria, il motivo del viaggio e i dettagli delle precedenti visite nel paese. I visitatori possono anche essere tenuti a sottoporsi e superare i controlli di sicurezza o sanitari all'arrivo al porto di ingresso. Alcuni sistemi politici che limitano l'immigrazione richiedono alle persone di essere in possesso di un visto di uscita per lasciare il paese. Questi visti di uscita possono essere richiesti per cittadini, stranieri o entrambi, a seconda delle politiche del sistema politico in questione. A differenza dei visti regolari, i visti di uscita sono spesso visti come un'ingerenza illecita con il diritto alla libertà di movimento delle persone. Forzare una richiesta di visto di uscita può essere visto come una violazione del diritto internazionale consuetudinario, poiché il diritto di lasciare qualsiasi paese è sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti umani. In modo univoco, il Territorio Speciale Norvegese delle Svalbard è una zona completamente esente da visto secondo i termini del Trattato delle Svalbard. Alcuni paesi, come quelli in un modello