Burundi

Article

May 18, 2022

Il Burundi, o ufficialmente Repubblica del Burundi, è un paese senza sbocco sul mare nella regione dei Grandi Laghi dell'Africa orientale, confina con il Ruanda a nord, la Tanzania a est ea sud e la Repubblica Democratica del Congo a ovest. È anche considerato parte dell'Africa centrale. La capitale del Burundi Bujumbura è il confine sud-occidentale confinante con il lago Tanganica. I popoli Twa, Hutu e Tutsi vivono in Burundi da almeno 500 anni. Per più di 200 di quegli anni, il Burundi è stato un regno indipendente, fino all'inizio del 20° secolo, quando la Germania ha colonizzato la regione. Dopo la prima guerra mondiale e la sconfitta della Germania, cedettero il territorio al Belgio. Sia i tedeschi che i belgi governarono il Burundi e il Ruanda come una colonia europea nota come Ruanda-Urundi. Nonostante le idee sbagliate comuni, Burundi e Ruanda non erano sotto un dominio comune prima della colonizzazione europea. L'intervento europeo ha esacerbato le disuguaglianze sociali tra tutsi e hutu e ha contribuito a disordini politici nella regione. Il Burundi ottenne l'indipendenza nel 1962 e inizialmente aveva una monarchia, ma una serie di omicidi, colpi di stato e un clima generale di instabilità nella regione culminarono nell'istituzione di una repubblica e di uno stato a partito unico nel 1966. Attacchi di pulizia etnica e infine due guerre civili e genocidio Durante gli anni '70 e di nuovo negli anni '90 il paese ha lasciato la sua popolazione sottosviluppata come una delle più povere del mondo. Il 2015 ha visto un conflitto politico diffuso quando il presidente Pierre Nkurunziza ha scelto di candidarsi per un terzo mandato, un fallito tentativo di colpo di stato e le elezioni parlamentari e presidenziali del paese sono state ampiamente criticate dai membri della comunità internazionale. Oltre alla povertà, il Burundi deve spesso fare i conti con la corruzione, le scarse infrastrutture, lo scarso accesso ai servizi sanitari e educativi e la fame. Il Burundi è densamente popolato e ha avuto un'emigrazione significativa poiché i giovani cercano opportunità altrove. Il World Happiness Report 2016 aggiornato classifica il Burundi come la nazione meno felice del mondo.

Storia

Regno del Burundi

Le prime testimonianze dello stato burundese risalgono alla fine del XVI secolo quando apparve sulle colline orientali. Si espanse nei secoli successivi, incorporando vicini più piccoli. Il Regno del Burundi, o Urundi, nella regione dei Grandi Laghi era uno stato governato da un re tradizionale sotto diversi principi; Le lotte per la successione erano comuni. Il re, noto come mwami (tradotto come sovrano), era il capo di un'aristocrazia principesca (Genova) che possedeva la maggior parte della terra e richiedeva tributi